rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
social

Quando a Napoli si "trase c' 'a scoppola"

Modi di dire e mode che a Napoli non sono mai cambiati

"Trasire" è verbo che indica l'atto di entrare, introdursi in un ambiente o in una situazione. La "scoppola" invece è lo scappellotto: un colpo "affettuosamente" dato alla nuca che fa saltare via la "coppola", copricapo molto in voga agli inizi del '900 riscoperto dai nostri giovani dopo un lungo oblio. 

Trasì' c' 'a scoppola

A Napoli trase c' 'a scoppola, ovvero entra in qualche posto con l'accompagnamento di uno scappellotto, chi non è invitato o non ha il permesso, ma riesce comunque ad accattivarsi la simpatia o l'accondiscendenza di chi sorveglia l'ingresso o il passaggio. Per estenzione si dice anche di chi ottiene qualcosa senza averla meritata fino in fondo.

A Napoli così trase c' 'a scoppola lo studente che ottiene a malapena  la sufficienza, chi guarda lo spettacolo teatrale dal corridoio, chi riesce ad infilarsi comunque in un luogo con accessi riservati e non viene mandato via

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando a Napoli si "trase c' 'a scoppola"

NapoliToday è in caricamento