Giovedì, 23 Settembre 2021
social San Ferdinando / Piazza del Plebiscito

E' al gusto di violetta il gelato più romantico di Napoli dedicato alla principessa Sissi

Conquistò la Principessa Sissi che, in visita nella nostra città sul finire dell'800, lo assaggiò al Gran Caffè Gambrinus che ne lancia oggi una nuova versione, tra due biscotti al cacao, con cuore di caramello e copertura al cioccolato bianco

Il gelato alla violetta venne offerto per la prima volta sul finire dell’Ottocento dal Gran Caffè Gambrinus a Sissi ovvero Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach, nata duchessa in Baviera, poi regina apostolica d'Ungheria, regina di Boemia e di Croazia e, come consorte di Francesco Giuseppe d'Austria, imperatrice.

Quando Sissi venne a Napoli

La bellissima Sissi fu per 5 giorni nella nostra città dove arrivò a con il suo yacht e si dedicò a visite nei luoghi d'arte e cultura e, soprattutto, “alla pratica dello shopping” nelle botteghe più in compresa una tappa al Gran Caffè Gambrinus entrata nella storia. Fu allora che gustò il gelato alla violetta, rimanendone conquistata

Il gelato alla violetta

Sul gusto violetta dedicato alla principessa Sissi si rincorrono storie tramandate da generazioni, condite di minuziosi particolari che riportano al tempo che fu. Di certo c’è che gli ingredienti utilizzati dai maestri gelatieri dello storico locale napoletano per il gusto violetta sono sempre gli stessi: una base di latte e panna e l'essenza del fiore.

La nuova versione

Gli aromi e il colore si ritrovano oggi in una nuova versione, pensata per chi vuole provare il gusto violetta ma alla coppetta o al cono preferisce il doppio biscotto: fatto di farina di frumento e cacao, cuore di caramello, presenta una copertura in cioccolato bianco variegato in rosa.

La proposta - monoporzione - è stata messa a punto dal Gran Caffè Gambrinus per l’estate 2021.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' al gusto di violetta il gelato più romantico di Napoli dedicato alla principessa Sissi

NapoliToday è in caricamento