rotate-mobile
social Bagnoli

Lello Arena e Enzo De Caro, di nuovo assieme, cercano 100 talenti in nome di Massimo Troisi

Presentato il progetto sperimentale "C.I.O.E. (')", acronimo di Centro Interdisciplinare Opportunità Espressive, fortemente voluto dal sindaco Manfredi nell'ambito dei programmi per celebrare i 70 anni dalla nascita di Massimo Troisi.

Guardano al futuro le celebrazioni per i 70 anni dalla nascita di Massimo Troisi promosse e sostenute da Città Metropolitana e Comune di Napoli e aperte ufficialmente con la presentazione di  C.I.O.E. ('), acronimo di Centro Interdisciplinare Opportunità Espressive. Fortemente voluto dal Sindaco Gaetano Manfredi, finanziato dalla Città Metropolitana e sostenuto dal Comune di Napoli, il Centro nasce da un’idea di Lello Arena, che ha coinvolto Enzo Decaro e punta a trovare talenti della recitazione che per 3 mesi, con lezioni a cadenza trisettimanale, saranno formati nel mestiere più ambito del mondo per esibirsi poi in Piazza del Plebiscito nell'ambito di Estate a Napoli. La speranza - come ha espressamente detto il sindaco Manfredi - è che il progetto da sperimentale possa diventare permanente.  Le lezioni saranno gratuite e si terranno nell’Auditorium “la Porta del Parco” di via Diocleziano a Bagnoli, recentemente restituito alla città. 

CIOE (') vede tornare assieme, nel nome di Massimo Troisi, con cui formavano il mitico trio La Smorfia, Arena e Decaro le cui strade professionali si erano allontanate da anni.

Come annunciato da Lello Arena, nonostante la presentazione ufficiale di CIOE (') sia avvenuta solo oggi, sono già pervenute circa 1000 candidature. Le domande potranno essere presentate fino al prossimo 19 febbraio, giorno del compleanno di Troisi, inviando una mail a: castingnapoli2023@lelloarena.com. 

La domanda deve essere  completa di dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, residenza), una foto e contenere in allegato un file video, della durata massima di 1 minuto, con la propria esibizione: da ballerin*, artist* di strada, musicist*, cantant*, attore/attrice. L'età minima per partecipare è 18 anni ma  non c’è limite massimo. Una commissione di esperti, designati e coordinati da Lello Arena, selezionerà i 100 "talenti" che prenderanno parte al progetto. 

C.I.O.E. (')

Quattro le classi di studio, per le seguenti discipline artistiche:

  • Recitazione/scrittura creativa
  • Musica/Canto
  • Danza/Movimento coreografico
  • Performer (artisti di strada)/Arte circense.

Le selezioni termineranno entro fine febbraio con l'ufficializzazione dei nomi degli ammessi e delle "riserve".

Per le diverse discipline  ci sarà un docente di riferimento. Previste inoltre masterclass di approfondimento. A salire in cattedra, tra gli altri, Vincenzo Salemme, Nicola Piovani, Arturo Brachetti, Roberto Colella, Giovanni Block, Nino Frassica, Ficarra e Picone, Tullio Solenghi, Massimo Lopez, Anna Pavignano, Lello Arena, Enzo Decaro. Altri nomi verranno annunciati nelle prossime settimane.

8 produzioni ispirate a La Smorfia

Al termine del percorso formativo saranno realizzate otto produzioni con eventi dal vivo che si terranno in agosto in Piazza Plebiscito a Napoli in occasione della terza edizione di “Restate a Napoli”.

Tutti gli spettacoli prodotti e messi in scena saranno dedicati a La Smorfia e tenendo conto della storicità gli autori si faranno ispirare da celebri testi del Trio andando in scena con:

  1. “L’Annunciazione”,
  2. “Che cos’è un Minollo?”,
  3. “Emigranti”,
  4. “L’Attore”,
  5. “La sceneggiata circense”,
  6. “Pummarola blues”,
  7. “Tra tutte te”,
  8. “La fine del mondo”.

CIOE ('): 100 talenti nel ricordo di Troisi (ph De Cristofaro - NT)

"Come Amministrazione abbiamo sin da subito sostenuto il progetto di Lello Arena ed Enzo Decaro – ha sottolineato il sindaco Manfredi - Napoli è da sempre fucina di talenti, ma occorre anche promuovere la formazione e la crescita professionale”.

"Non c'è modo migliore di omaggiare Massimo Troisi che valorizzare i talenti esordienti, i giovani, gli outsider, quanti non hanno ancora avuto e non hanno la possibilità di esibirsi pubblicamente  – ha spiegato Sergio Locoratolo, coordinatore politiche culturali -  Si è sempre detto che Napoli è un grande palcoscenico a cielo aperto. Oggi a tanti giovani viene data la possibilità di dimostrare ancora una volta che questo è vero".

“C.I.O.E.(‘) è perfettamente coerente con il progetto di ‘Napoli città della Musica’ e con le politiche che il Sindaco sta portando avanti per il comparto dell’audiovisivo", ha aggiunto Ferdinando Tozzi consigliere delegato industria musicale e audiovisiva.

 “Fare l’artista è un mestiere social – ha detto Lello Arena - Si fa per gli altri. Deve, per forza, servire alla Comunità". Stare assieme, ispirati dalle straordinarie intuizioni comiche di Massimo, dai suoi spericolati punti di vista, dalla delicatezza della sua poetica, dalla potenza innovativa delle sue idee, sarà la principale occasione di gioia del nostro progetto per una città, la mia, che per sua naturale vocazione produce artisti straordinari che hanno sempre reso migliori le nostre vite alleviandone pesi e dispiaceri”.

“Esattamente come ai tempi in cui nasceva La Smorfia, contemporaneamente a tutte le bellissime, e ancor oggi insuperate espressioni teatrali, musicali e artistiche della Napoli di quegli anni – ha concluso Enzo Decaro - la parola d'ordine è sempre più cooperazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lello Arena e Enzo De Caro, di nuovo assieme, cercano 100 talenti in nome di Massimo Troisi

NapoliToday è in caricamento