rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022

I segreti dell'Italia degli anni Settanta svelati ne "Il Tesoriere", romanzo d'esordio di Gianluca Calvosa

Avvincente spy-story negli anni della Guerra Fredda e del terrorismo, dietro le quinte della politica italiana

Presentato al Run, nuovo punto d'incontro dell'intellighenzia partenopea, in particolare di chi fa cinema e teatro, il romanzo d'esordio dell'imprenditore ed editore napoletano Gianluca Calvosa.

"Il Tesoriere", edito da Mondadori, come ha spiegato lo scrittore Maurizio de Giovanni intervenendo all'evento "è un libro importante, che fa luce su un periodo cruciale della storia del nostro Paese, i primi anni '70, in modo inedito": fino ad oggi, infatti, gli anni della guerra fredda e del terrorismo erano stati raccontati nelle fredde forme della cronaca o della storiografia. Calvosa invece intreccia in maniera avvincente la vicenda personale del protagonista - Andrea Ferrante - con la storia dei rapporti tra Usa e Urss, delle università occupate, dei volantinaggi in fabbrica, dei cortei di piazza e delle prime vittime del terrorismo, lungo il filo di soldi, militanza e tradimenti, fantasmi testardi, nobili proletari, truffatori metodici, ministri senza culto, criminali devoti ed eroi inconsapevoli. Epicentro della contrapposizione tra Mosca e Washington, dove si incrociavano comunisti, democristiani, CIA, KGB, servizi deviati, brigatisti e alti prelati del Vaticano, una Roma anestetizzata dall’abbraccio della Dolce Vita e, ormai, parco divertimenti dello spionaggio internazionale, : "Il vero muro di Berlino era a Roma", commenta infatti Maurizio de Giovanni.

Il Tesoriere: la storia

Dopo quattordici anni trascorsi tra i corridoi polverosi di un soffocante archivio alla periferia di Milano, Andrea Ferrante è ormai rassegnato al suo dignitoso quanto anonimo ruolo di piccolo funzionario politico, ben lontano dalla radiosa carriera cui un tempo sembrava destinato. Il rapporto con la moglie Sandra si trascina stancamente. Con suo figlio Umberto, poco più di qualche sporadico litigio. A strapparlo dal grigiore è un’inattesa convocazione a Roma dove, contro ogni logica e consuetudine, il nuovo segretario del PCI lo nomina tesoriere del partito. L’entusiasmo per il prestigioso incarico, però, lascia presto il posto allo sconcerto: non solo il suo predecessore è stato trovato morto in circostanze poco chiare, ma il primo compito che Ferrante deve affrontare è interrompere il fiume di denaro proveniente da Mosca.

Come nasce il libro

"Questo libro nasce da un litigio cui, inaspettatamente ho assistito al margine di un consiglio di amministrazione - ci racconta nell'intervista Calvosa - mi ritrovai spettatore imbarazzato di una curiosa discussione i cui protagonisti erano due ex comunisti che avevano ricoperto ruoli di primo piano nel PCI e in quello che ne era seguito. Nutrivo stima e simpatia per entrambi e in quel periodo, per ragioni lavorative, li frequentavo assiduamente. A rendere evidente che la ragione del diverbio non fosse la questione di poco conto da cui lo stesso era originato fu il passaggio cruciale dal “tu” al “voi” che segnava l’innalzamento dello scontro dal piano personale a quello politico. Io che degli anni Settanta pensavo di sapere quasi tutto per aver letto tanto, mi resi conto che in realtà avevo capito poco. Mi ero nutrito di fatti, di circostanze, senza soffermarmi sulle persone: dall'esigenza di conoscere, sapere, ha preso quindi vita il libro", dice Gianluca Calvosa.

Il Tesoriere di Gianluca Calvosa (Foto A. De Cristofaro per NapoliToday)

Gianluca Calvosa

Napoletano doc, ingegnere, classe 1969, Gianluca Calvosa ha svolto un’intensa attività manageriale per poi fondare OpenEconomics, società leader in Italia nella valutazione d’impatto socioeconomico, e Standard Football, spin-off di analisi finanziaria in ambito sportivo.

Dal 2002 al 2006 ha diretto la casa editrice de “Il Riformista”, “New Politics” e “Quaderni Radicali” e nel 2004 ha contribuito alla nascita di “Formiche”, magazine multimediale di economia e politica di cui è tuttora presidente.

E' sposato con la nota attrice Maria Pia Calzone, presente all'evento al Run, moderato da Carlo Puca, dove ha letto - applauditissima - alcuni brani tratti da Il Tesoriere.  

Sullo stesso argomento

Video popolari

I segreti dell'Italia degli anni Settanta svelati ne "Il Tesoriere", romanzo d'esordio di Gianluca Calvosa

NapoliToday è in caricamento