rotate-mobile
social

Giornate Fai di autunno: cosa si potrà vedere a Napoli

Alla scoperta di luoghi normalmente inaccessibili a Napoli, Pozzuoli, Ottaviano, Marigliano e per la prima volta a Capri e Sorrento

Torna la grande festa delle Giornate FAI, la più importante manifestazione di piazza dedicata al nostro patrimonio artistico e culturale che vedrà coinvolti oltre 5.000 tra delegati e volontari FAI in tutta Italia: si tratta di una grande opportunità, ogni anno nuova e diversa, per accostarsi a un patrimonio smisurato e policromo e all’ambiente che lo circonda, raccontato per l’occasione con l’entusiasmo contagioso di tutti i giovani che sposano la missione culturale del FAI.

L'appuntamento con le Giornate fai d’Autunno, giunte alla decima edizione, è per sabato 16 e domenica 17 ottobre.

In Campania aperture eccezionali

In Campania il catalogo dei luoghi visitabili presenta una molteplicità di tipologie: dai palazzi ai complessi religiosi, dai castelli alle aree archeologiche, dai piccoli musei ai giardini storici, e ancora splendide dimore private e aree naturalistiche.

Inoltre, in occasione del centenario della traslazione della salma del Milite Ignoto, il Ministero della Difesa, lo Stato Maggiore della Difesa e le Forze Armate concederanno anche in Campania l’accesso straordinario a luoghi di significativa importanza storica e istituzionale. Grazie a questa preziosa collaborazione saranno eccezionalmente aperti al pubblico la Scuola Militare Nunziatella di Napoli, l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, il Sacrario ai Caduti dell'Aeronautica Militare di Caserta e la Real Casina Di Caccia dei Borbone a Serre Persano.

Il Programma delle aperture a Napoli

A Napoli sarà protagonista la collina di Pizzofalcone con le visite guidate allo storico edificio della Scuola Militare Nunziatella uno dei più antichi istituti di formazione militare d'Italia, che apre eccezionalmente le sue porte al pubblico del FAI. Il percorso prevede la visita all’intero complesso, fra cui la piazzetta dove ammirare le facciate dell'ex convento ad opera dell'architetto Ferdinando Sanfelice, il museo storico dedicato ad Emanuele Filiberto II duca D'Aosta e la Chiesa cinquecentesca che, oltre alla ricchezza di affreschi accoglie sull'altare dei puttini reggi fiaccola ad opera di Giuseppe Sanmartino, lo scultore autore del Cristo Velato. Sarà possibile vedere anche altri ambienti tra cui un'intera sezione dedicata ai reperti archeologici, alcuni risalenti all'epoca romana.

Su via Monte di Dio, i Narratori del Gruppo FAI Giovani guideranno i visitatori alla scoperta del Palazzo Serra di Cassano, oggi sede dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, in un percorso che attraversa il Cortile Ottagonale, lo Scalone Monumentale del Sanfelice e il piano nobile dove sarà allestita una mostra fotografica del Gran Ballo a palazzo nel 1960.

Aperto anche l’accesso alla "Via della Memoria", una cava sotterranea utilizzata come rifugio antiaereo durante la Seconda Guerra Mondiale. (sabato apertura riservata agli iscritti FAI, domenica aperto a tutto il pubblico). Visite a cura dei Narratori FAI Giovani Napoli e degli studenti della 5I del Liceo Artistico Boccioni-Palizzi. Collaboreranno i volontari FAI Ponte tra Culture.

A poca distanza, a Piazzetta Mondragone, nel cuore dei Quartieri Spagnoli, sarà eccezionalmente aperto Il Museo della Moda – Fondazione Mondragone con visite speciali per ripercorrerete l'evoluzione della moda dal Settecento ai giorni nostri, in un museo unico nel suo genere per ricchezza e raffinatezza della sua collezione: opere tessili, haute couture e prêt-à-porter, abiti da cocktail, da sposa insieme a tanti accessori con l’allestimento a cura di Michele Iodice. Visite a cura degli studenti della 4O Settore moda del Liceo Artistico Boccioni-Palizzi.

Cosa si potrà vedere in provincia

A Pozzuoli apertura straordinaria dell’Accademia Aeronautica, sito militare normalmente chiuso ai visitatori, che comprende strutture di grande interesse e bellezza architettonica, artistica e paesaggistica: dal grande piazzale superiore, dedicato alle “Medaglie d'oro” dell'Aeronautica Militare, alla sala di simulazione voli e la sala motori, gli istituti scientifici, il comando e la residenza allievi, il complesso degli impianti sportivi, fino alla Chiesa della Madonna di Loreto nominata da Papa Benedetto XV “Patrona di tutti gli aeronautici”. Il complesso si affaccia imponente sull'acqua, guardando l'orizzonte, come se stesse per spiccare il volo. Visite a cura del nuovo Gruppo FAI Pozzuoli e Campi Flegrei con la partecipazione degli studenti del Liceo Statale Majorana e dell’Istituto Virgilio.

Importante novità di queste Giornate FAI d’Autunno sono le aperture di Capri, Sorrento e Ottaviano organizzate dai neonati gruppi Fai che hanno visto la luce in questo anno di lavoro della nuova presidenza regionale.

A Capri sarà possibile eccezionalmente visitare La Villa Lo Studio in via Tragara, una delle case storiche più importanti dell'isola, proprietà della famiglia Cerio che ha segnato la storia di Capri dalla metà del XIX secolo. Un omaggio alle personalità di Giorgio Cerio (1865-1943) e del figlio Edwin Cerio (1875-1960), figura centrale della vita culturale caprese, eclettico intellettuale con una vasta gamma di interessi, antesignano di un pensiero e una visione forte sulla tutela ambientale.

A Ottaviano il nuovo Gruppo Fai Vesuvio organizza visite al Castello Mediceo , bene confiscato alla camorra e consegnato al Comune di Ottaviano nel 1995, oggi sede dell'Ente Parco Nazionale del Vesuvio. Le visite ripercorreranno tutte le tappe della storia del Palazzo, dall’età longobarda all’epoca della famiglia de' Medici di Toscana fino ai giorni nostri: un viaggio tra le stanze affrescate, passando per l'elegante cortile e le ricchezze naturali tipiche della terra vesuviana. Le visite sono a cura dei Volontari FAI, in collaborazione con Legambiente e Libera.

A Sorrento apertura al pubblico del Grand Hotel Excelsior Vittoria, il gioiello più prestigioso della Riviera napoletana che dal XVII secolo è stato destinazione privilegiata del “Grand Tour” di molti aristocratici, artisti, scrittori e filosofi. Edificato sulla roccia vulcanica sopra un sito archeologico dove sorgeva la villa dell'imperatore romano Augusto, la struttura è immersa nella rigogliosa vegetazione di un ampio parco mediterraneo unico nel suo genere (visite a cura della Delegazione Fai di Napoli e del nuovo Gruppo Fai Penisola Sorrentina, grazie alla disponibilità della famiglia Fiorentino).

Ancora a Sorrento i visitatori saranno accompagnati dagli Apprendisti Ciceroni dell'Istituto Tasso e dai Narratori del Gruppo Fai, alla scoperta del Museobottega della Tarsialignea – Muta, custode della memoria dell'artigianato artistico locale con un’ampia collezione disposta su quattro piani. Il percorso espositivo, dopo aver approfondito il contributo dato dalla locale Scuola d'Arte alla formazione delle varie generazioni di artigiani, si conclude con le opere dei maestri intarsiatori dell'ottocento. La visita guidata ripercorrerà la storia della città di Sorrento, attraverso la ricostruzione del costume locale e degli eventi che la caratterizzarono durante il Gran Tour.

A Massa Lubrense, come di consueto, sarà possibile visitare il sentiero escursionistico della Baia di Ieranto (percorso di trekking di media difficoltà di circa 40 minuti), inserita nell’Area Marina Protetta di Punta Campanella e proprietà del FAI aperta ai visitatori tutto l’anno.

Visite straordinarie a cura dei volontari FAI di Nola a Marigliano al Convento San Vito Dei Frati Minori, Luogo del cuore 2018 nell’ambito del censimento “I Luoghi del Cuore” promosso dal Fai e Intesa Sanpaolo. Il percorso di visita comprende la chiesa di San Vito con le tre navate e la serie di nove altari laterali, il suggestivo chiostro con il suo pozzo ottagonale in pietra lavica e il museo “P. Michelangelo Longo”.

Sarà, inoltre, aperto il Palazzo Ducale, luogo normalmente chiuso al pubblico ed eccezionalmente aperto per le Giornale Fai, in cui si offrirà un percorso di visita nel Castello che conserva molti elementi medievali, l’ampio boschetto con il laghetto artificiale, il caratteristico portico settecentesco di stile goticheggiante e il giardino. Le visite sono svolte in collaborazione con le guide autorizzate della città di Marigliano.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornate Fai di autunno: cosa si potrà vedere a Napoli

NapoliToday è in caricamento