rotate-mobile
social San Ferdinando / Via Vittorio Emanuele III

Come chiudere il vento in una bottiglia

Al maschio Angioino questo sabato, 20 novembre, ingresso libero per la mostra dell'artista Gianni Puca e per la finale del festival internazionale di cortometraggi “Cortisonanti”

All'Antisala dei Baroni, al Maschio Angioino, ingresso libero questo sabato, 20 novembre, dalle 9.00 alle 21.00, per il vernissage della mostra "Il colore degli attimi" di Gianni Puca: 47 anni, partenopeo doc, come dice di se stesso "dal lunedì al venerdì avvocato civilista", Puca è un artista poliedrico che spazia dalla scrittura alla pittura. "Solo l'Arte, attraverso l'immaginazione - spiega Puca - può illudersi di sfidare la Natura. Provare a fermare su una tela l'alba che ci sveglia dopo un sogno bello è come versare un'onda in un bicchiere, dipingere un tramonto affacciato su una carezza è come provare a chiudere il vento in una bottiglia. Così mi sono seduto a guardare gli alberi che ballano il tango al chiaro di Luna, ad ascoltare i desideri delle stelle che ammirano gli innamorati che si tengono per mano, ho cominciato a raccogliere pezzi di sogni abbandonati in fondo al mare, per costruirne di più grandi. Seduto di fronte all'infinito ho iniziato a dipingere gli sguardi, i suoni, la gioia, i profumi, ma soprattutto gli attimi. Guardando l'infinito da dentro, ho capito che solo un attimo è per sempre".

WhatsApp Image 2021-11-18 at 16.37.19-2

Contestualmente alla mostra sarà possibile assistere alla finale del festival internazionale di cortometraggi "Cortisonanti", patrocinato dalla regione Campania e dal Comune di Napoli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come chiudere il vento in una bottiglia

NapoliToday è in caricamento