social

Stazione Eav del Fusaro: ecco come si presenta dopo il restyling

La stazione ristrutturata e abbellita con opere di street art che richiamano le bellezze e la storia della zona

Inaugurazione della Stazione Eav di Fusaro dopo il restyling, la sistemazione delle aree verdi limitrofe e la realizzazione di opere di street art da parte di 7 giovani artisti campani iscritti al progetto CREAV. Con il presidente di EAV Umberto de Gregorio il sindaco di Bacoli Josi Della Ragione.

Omaggio ail territorio e valorizzazione della memoria

La stazione, nel complesso, si presenta come un suggestivo omaggio a Baia sommersa: sul "fabbricato viaggiatori" campeggia infatti l'immagine di grosse anfore greco-romane con al centro la raffigurazione della Casina Vanvitelliana, simbolo del territorio; nella sala d’attesa/biglietteria sono raffigurate le statue sommerse che si trovano all'interno dell'area protetta di Baia, icone di memoria; sulle strutture esterne del sottopassaggio sono stati raffigurati il Castello di Baia, Monte di Procida e le zone limitrofe, mentre all'interno è ritratta la Piscina Mirabilis.

Sui muri vicino alle scale si trovano quindi diversi riferimenti alla zona limitrofa: il Castello di Baia, Monte di Procida e la Casina Vanvitelliana assieme ad anfore, colonne greco-romane e statue. Le tecniche di lavoro utilizzate sono mano libera e stencil ed il materiale usato pittura al quarzo premium per esterni e bombolette spray.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Eav del Fusaro: ecco come si presenta dopo il restyling

NapoliToday è in caricamento