Lunedì, 22 Luglio 2024
social

Pizza: arriva il forno rotante. Come funziona e perché piace ai pizzaioli della pizza verace napoletana

La presentazione in una masterclass l'8 settembre al BufalaFest

Sarà presentato ufficialmente al pubblico e agli addetti ai lavori l'8 settembre nell’ambito del Bufalafest di Napoli il forno rotante, con la benedizione dell’Associazione Verace Pizza Napoletana - AVPN. Antonio Pace, presidente dell'Associazione che custodisce storia e metodologie di produzione della vera pizza napoletana, lo definisce “Un importante supporto tecnologico a sostegno dell’abilità del fornaio’’.

Il forno rotante

Il forno rotante non impiega legna e consente di cuocere più pizze contemporaneamente semplicemente facendole ruotare, con risparmio di tempo e costi, aumento della produttività e risultati definiti dall'Associazione "qualitativamente ineccepibili". Il primo ad essere stato approvato dall'AVPN è il “Marana Rotoforno SU&GIU”.

Sono tre le caratteristiche tecniche principali che caratterizzano la validità del Marana TuttoTondo SU&GIU - spiega una nota di AVPN - la piastra girevole, che garantisce una cottura omogenea su tutta la superficie dell’impasto; il sistema di alzata che consente di regolare l’altezza della pizza in cottura; il controllo della temperatura, che assicura le medesime condizioni di calore in ogni momento del servizio. Il forno rotante è dunque per i pizzaioli veraci napoletani un’efficace alternativa al forno tradizionale per valorizzare ancora di più la loro figura professionale. E per conoscerne tutte le potenzialità AVPN e Marana organizzeranno un percorso formativo dedicato ai giovani e alle nuove leve. 

Forno rotante

 “La tecnologia a supporto della qualità – afferma Antonio Pace, presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana – è uno degli asset fondamentali che identificano la nostra associazione. Per questo motivo ci impegniamo costantemente per migliorare la qualità del prodotto e parallelamente per supportare i nostri pizzaioli, in termini di gestione delle tempistiche e ottimizzazione dei risultati. Un impegno che si concretizza con l’approvazione dell’utilizzo del forno rotante che non è certo sostitutivo di quello statico ma ne rappresenta un’interessante alternativa. Abbiamo ovviamente provveduto a testare questo strumento, apprezzandone l’accurata gestione della cottura, grazie alle sue funzioni innovative quali il controllo della velocità di rotazione e il mantenimento della temperatura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizza: arriva il forno rotante. Come funziona e perché piace ai pizzaioli della pizza verace napoletana
NapoliToday è in caricamento