Horror-thriller all'Ospedale San Gennaro

Lo storico nosocomio napoletano è la location della nuova pellicola del regista napoletano Roberto Bontà Polito, inventore dell'horror-thriller partenopeo.

Dopo il grande successo di pubblico e critica conquistato con Janara, il regista napoletano Roberto Bontà Polito porta in sala la sua nuova attesissima pellicola: Sleep Paralysis, cortometraggio che sarà presentato giovedì prossimo, 5 dicembre, alle ore 12, al Multicinema Modernissimo di via Cisterna dell’Olio.

All’evento saranno presenti le attrici Noemi Gherrero, Nunzia Campanile e Anna De Nitto, ma anche una psicologa, Simona Toto, che spiegherà al pubblico cos'è la "sleep paralysis", o paralisi del sonno da cui la pellicola prende il titolo.

Interamente girato nell'ospedale San Gennaro, nel ventre di Napoli, il corto - 5'12" la durata complessiva - si annuncia come un piccolo gioiello, destinato a diventare un cult tra gli appassionati del genere thriller-horror e tra chi desidera vedere sullo schermo l'immagine di una Napoli fascinosa, seducente, intrigante.   Interessato da sempre alla storia e alle tradizioni del nostro territorio, Roberto Bontà Polito può infatti essere considerato l’inventore dell’horror-thriller partenopeo, non perché le sue pellicole sono girate all’ombra del Vesuvio o più in generale in Campania, ma perché nei suoi film convivono e si alimentano le une delle altre - proprio come a Napoli –luci ed ombre, soprannaturale e scienza, fede e psicopatologia, azione e astrazione, mentre la napoletanità  diventa organismo vivente fatto di storia, tradizioni, miti, leggende, fede, cultura, paesaggio, natura, ed è essa stessa protagonista della pellicola e avvince e vince qualsiasi stereotipo.

 

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

SLEEP PARALYSIS - LA TRAMA

Nell’Ospedale San Gennaro, nel cuore del centro storico di Napoli, un’infermiera fa il turno di notte. E’ giovane, sensibile e incinta di due mesi. Quando una collega le propone di concedersi un po' di riposo, accetta perché è molto stanca, anche a causa della nausea. L’orologio segna le 03.00 quando apre gli occhi e si ritrova nel peggiore degli incubi, prigioniera del suo stesso corpo che le impedisce di muoversi e di urlare mentre dall’ombra si materializza qualcuno che inizia ad avvicinarsi minaccioso. 

COS’E’ la PARALISI NOTTURNA: la paralisi del sonno o paralisi ipnagogica è un disturbo del sonno sperimentato quasi da una persona su due almeno una volta nella vita. Ad attivarlo, per gli esperti, è la mancanza di regolarità nel ritmo sonno-veglia e, in particolare, la deprivazione di sonno.

E’ dunque un'esperienza molto comune, estremamente variabile nella durata - può infatti andare da pochi secondi a diversi minuti – e decisamente spaventosa perché chi ne è colpito è del tutto cosciente ma incapace di svolgere qualsiasi attività motoria volontaria, compreso parlare o urlare, ed avverte una netta sensazione di pericolo e minaccia che può sfociare in allucinazioni uditive o visive.

In occasione della presentazione al Modernissimo, Bontà Polito illustrerà i suoi prossimi progetti, tra cui un nuovo lungometraggio che sarà prodotto dal grande Giuseppe Colombo (già produttore di Dario Argento): il film racconterà la storia di Bianca, uno tra i più noti “fantasmi” della tradizione napoletana, che da secoli si aggira nelle stanze di Palazzo Spinelli di Laurino, in via dei Tribunali

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel calcio a 5 napoletano, si è spento l'ex portiere della Nazionale Antonio Capuozzo

  • Madre e figlia dormono in auto, l'appello: "Non hanno più soldi. Sono da mesi in queste condizioni"

  • Scontro treni Metro Linea 1, feriti trasportati in ospedale

  • Lutto a Pianura: si è spento il poliziotto Gaetano Senarcia

  • Le imprese cercano 31mila dipendenti in provincia di Napoli, ma non riescono a trovarli

  • Lutto nel mondo alberghiero, si è spenta Emma Naldi

Torna su
NapoliToday è in caricamento