menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vacanze 2020: le più belle mete a prova di CoVid della Campania

Scelte da Legambiente e Touring Club offrono itinerari per tutti i gusti e tutte le capacità

Decisamente indimenticabile quest'estate 2020, tra mascherine, distanziamento sociale e, ovviamente, ansia e stress generati dalla coscienza che il Sars2-CoVid19 è ancora un "coinquilino" potenzialmente letale della nostra quotidianità. Così tantissimi stanno preferendo la "vacanza della porta accanto", in posti relativamente vicini e, soprattutto, in grado di offrire maggiore sicurezza.

Per chi nei mesi estivi non si allontanerà, Touring Club Italiano e Legambiente hanno selezionato oltre 200 proposte di "vacanze attive" a pochi passi da casa, per ogni età e abilità, con l'indicazione di luoghi da scoprire, tragitti per chi ama andare in bici, sentieri, percorsi a cavallo o a dorso di mulo o in canoa e vette da scalare. Senza dimenticare il buon cibo, cui nessuno di noi è disposto a rinunciare.

Le proposte sono a prova di distanziamento fisico, spiega Legambiente, ma con tanta vicinanza sociale: si tratta cioè di una tipologia di vacanza nel rispetto delle prescrizioni sanitarie senza rinunciare al piacere dell’ospitalità che contraddistingue, in particolare, la nostra città e la nostra regione.

Ecco le mete individuate in Campania:

1) Provincia di Napoli: Parco del Vesuvio 

Per riscoprire una natura lussureggiante, panorami mozzafiato, fauna e flora locale e, ovviamente, Sua Maestà il Vulcano. Per il soggiorno si può scegliere tra agriturismi e cantine e aree attrezzate per il campeggio

2) Provincia di Salerno

il Cammino di San Nilo-da Torraca a Palinuro  

Spiega Legambiente: "Il Cammino di San Nilo nel Cilento bizantino è il primo vero itinerario storico campano da percorrere a piedi, sia in gruppo che in solitaria. L’ideale è progettarne il percorso in sette tappe per coprire agilmente un totale di 103 Km. La partenza è a Torraca (Sa) e l’arrivo a Palinuro (Sa), in un tragitto scandito dall’attraversamento di piccoli borghi del Basso Cilento interno. Il percorso è accessibile a tutti, anche se con frequenza si alternano salite e discese. Suggestivi i passaggi tra i boschi di faggio della montagna e i lecci e gli ulivi della macchia mediterranea".

Olevano sul Tusciano 

E' un territorio fatto di borghi collinari che conservano fisionomia e caratteri medievale mescolati a vestigia romane, e offrono al visitatore chiesette e rifugi di eremiti e la Grotta mistico santuario longobardo dedicato a San Michele Arcangelo. Inutile dire che il paesaggio è meraviglioso, con la vallata attraversata dal fiume Tusciano.

Molte e diverse le attività praticabili: cicloturismo, yoga, escursioni.

Parco del Cilento

Il Cilento è ormai noto a tutti per la bellezza del mare cristallino. Il Parco è l'ideale per gli amanti dell'equitazione, con la possibilità di alloggiare in un’azienda agricola biologica con agriturismo a conduzione familiare

la Valle delle orchidee nel Vallo di Diano

Un circuito di 13 chilometri nel territorio di Sassano, accoglie oltre 180 specie di orchidee selvatiche.Chi ama i borghi non potrà non visitare Teggiano, con le sue chiesette e il Castello Macchiaroli, già roccaforte della potente famiglia Sanseverino e, ovviamente, Padula e la Certosa di San Lorenzo, risalente al 1306.

Interessante anche il percorso da trekking lungo il sentiero panoramico per raggiungere il Santuario del Monte Carmelo.

le Grotte di Pertosa

Si tratta di un’unicità Europea nel campo del turismo ambientale, spiega Legambiente. Il Negro, fiume sotterraneo, consente di navigare fino ad un villaggio preistorico per poi continuare il percorso, dopo aver ammirato la Cascata del Paradiso, in arrampicata e discesa in corda

3) Provincia di Caserta: Parco del Matese 

I visitatori troveranno corsi e percorsi in canoa e kayak e tiro con l'arco  sui laghi:

  • Letino, nato dallo sbarramento artificiale del fiume Lete, il fiume dell'oblio degli antichi che si inabissa nel sottosuolo e forma una grotta carsica la Grotta del Cauto, scoperta circa 100 anni fa,un grande traforo naturale ricco di formazioni stalattitiche e stalagmitiche,
  • Gallo Matese,
  • Matese

e sul fiume Volturno che non mancherà di regalare adrenalina ai più audaci.

4) Provincia di Benevento: l'anima calcarea della Campania

Qui l'anima calcarea della nostra regione svela tutta la sua maestosità, con vette dalle pareti ripidissime, voragini e profonde gole, ricoperte da boschi di lecci e liane, e borghi arroccati a custodire arte e storia. Imperdibile Monte Pugliano, da cui nascono le acque delle Terme di Telese e le maestose doline, del Miele e Grande.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento