rotate-mobile
social

Come capire se il tuo partner ti tradisce

Il 75% degli italiani, su un campione di 1000 uomini e 1000 donne, ammette inviare e ricevere messaggi "maliziosi"

3 italiani su 4, sposati, fidanzati o in coppia fissa, scambiano messaggini maliziosi di nascosto, controllano frequentemente il profilo e i post sui social media di altr*, e sognano ad occhi aperti: "anche questo è tradimento - commenta Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com, sito di incontri tra i più gettonati - e sta prendendo sempre più piede nel nostro Paese".

Quante coppie sono davvero fedeli

A mettere in evidenza la propensione al tradimento degli italiani è un'apposita ricerca condotta da Incontri-ExtraConiugali.com su un campione di mille uomini e mille donne iscritti al portale.  Il dato è in linea con quello rilevato dall’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani per i quali solo 3 coppie su 10 sarebbero fedeli.

Tradimento: come comincia.

"Internet e le nuove APP mettono a disposizione una vasta gamma di spazi, dai generici social network ai siti web specializzati , per parlare senza freni. Anche di sesso e desideri proibiti, Si facilita così la nascita di una nuova forma di adulterio: il microcheating" dice Alex Fantini.

Generalmente inizia tutto per gioco: uno scambio di battute su Facebook o di "like" su Instagram, poi qualche messaggino su Whatsapp, qualche emoji e così una conoscenza innocente si trasforma. Il fenomeno, tutt'altro che raro, è conosciuto come microcheating cioè piccolo tradimento. L'espressione è stata coniata dalla psicologa australiana Melanie Schilling che lo ha definito come quella "serie di azioni apparentemente di importanza irrisoria che indicano che una persona è focalizzata emotivamente o fisicamente su qualcosa che è al di fuori della relazione con il partner". E non a caso la nostra magistratura dice che la fedeltà non è relativa in modo esclusivo al lato sessuale, ma comprende anche la lealtà nei comportamenti nei confronti del partner.

Insomma, un tradimento “consumato” entro i confini virtuali è pur sempre un tradimento.

Microcheating e tradimento

A definire il confine tra semplici amicizie e conoscenze e il tradimento è il comportamento in mala fede: in pratica il tentativo di nascondere le conversazioni cancellandole o secretandole o, anche, l'iscrizione a portali ed APP per il dating e poi, ovviamente, le bugie.

Il 65% degli intervistati si dice d’accordo nel considerare il sexting come un atto di infedeltà, ma solo il 26% ritiene che possa esserlo il fatto di mantenere un profilo su un sito o su una APP di dating online.

Nel sondaggio di Incontri-ExtraConiugali.com risulta infine che il 29% considera legittimo mentire online sul proprio stato sentimentale.

"Vi è poi un considerevole 35% di persone di entrambi i sessi che in assenza di un atto fisico non considera il sexting come tradimento", evidenzia Alex Fantini. Tuttavia "Rispetto ad un incontro nella vita reale, un tradimento virtuale può rivelarsi molto più pericoloso per le coppie, perché fondato su una maggiore complicità e sulla condivisione di sensazioni in un ambiente che lascia spazio libero alle fantasie, senza freni o inibizioni. In questo modo, la relazione virtuale può far nascere un’affinità di coppia che con un partner reale è più difficile raggiungere" conclude il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come capire se il tuo partner ti tradisce

NapoliToday è in caricamento