Domenica, 24 Ottobre 2021
social Cimitile

XXVI Edizione del Premio Cimitile: chi ha ricevuto il riconoscimento

L’edizione di quest’anno dedicata ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri

Conclusa con la consegna dei “Campanili d’argento” la XXVI edizione del Premio Cimitile. Organizzata dall’omonima Fondazione presieduta da Felice Napolitano con il supporto dei soci fondatori Regione Campania, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Cimitile, Associazione Obiettivo III Millennio la manifestazione si è tenuta nel complesso delle basiliche paleocristiane di Cimitile L’edizione di quest’anno è stata dedicata al 700mo anniversario della morte di Dante Alighieri.

Ad aprire la rassegna è stata la mostra d’arte “Dante Alighieri Settecento. Cento opere disegnano la Divina Commedia”, a cura di Giuseppe Bacci.

Una rassegna letteraria che ha conosciuto nel corso dei suoi ventisei anni di storia una crescita continua in termini di prestigio e riconoscimento istituzionale, ha dichiarato il Presidente della Fondazione Felice Napolitano, consolidando un posto privilegiato nel panorama nazionale delle iniziative culturali più importanti del nostro Paese. Oggi possiamo guardare, anche solo per un attimo, a ciò che il Premio ha lasciato sul territorio, osservando, non senza un pizzico di orgoglio, quanto di buono abbia contribuito a fare per Cimitile, per il Complesso Basilicale Paleocristiano e per la crescita culturale del territorio e della Regione Campania”.

Dopo una settimana intensa di arte, cultura, religione, storia, riscoperta del patrimonio pubblico, densa di eventi, letteratura, convegno internazionale di studi, spettacoli, musica, presentazioni di libri, momenti di riflessioni, che ha visto una grandissima partecipazione di pubblico, sabato 18 settembre sul palco nell'area delle Basiliche paleocristiane, sono stati premiati i vincitori, selezionati dal comitato scientifico presieduto da Ermanno Corsi, durante la serata presentata da Monica Leofreddi.

I premiati

Migliore opera inedita del genere narrativo, Gabriele Discetti premiata, con “Figli della libertà”, il lavoro è stato pubblicato sul territorio nazionale a cura della casa editrice "Guida" di Napoli. Migliore opera edita di narrativa a Silvia Avallone “Un’amicizia”, Rizzoli. Migliore opera edita di attualità a Francesco Rutelli, “Tutte le strade partono da Roma” – Laterza. Migliore opera edita di saggistica a Carlo Cottarelli, “All’inferno e ritorno. Per la nostra rinascita sociale ed economica", Feltrinelli. Migliore opera edita di archeologia e cultura artistica in età Paleocristiana e Altomedievale, a Dimitri Cascianelli, “Il Cristo e il mare di Galilea”, Tau Editrice. Premio Giornalismo “Antonio Ravel” Gennaro Sangiuliano, Giornalista RAI, Direttore del TG2. Premio Speciale ad Annamaria Colao, “Professore Ordinario di endocrinologia e oncologia molecolare Università Federico II di Napoli. Scienziata di livello internazionale”.

La cerimonia

Sul palco si è esibita anche la Festival orchestra diretta dal maestro Leonardo Quadrini, i cantanti Roby Facchinetti, Sergio Sylvestre, Mariella Nava, Francesca Maresca, Andrea Sannino il tenore Carlo Barricelli, l’attore Gianfranco Gallo, la Compagnia di balletto di Benevento. Nel ricco parterre numerosi esponenti politici e della cultura. Il parlamentare Paolo Russo, i Consiglieri Regionali Felice Di Maiolo e Giuseppe Sommese, il Consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Valentina Rescigno; il Sindaco di Cimitile, Nunzio Provvisiero; il Presidente della Fondazione Premio Cimitile, Felice Napolitano; il Presidente del Comitato Scientifico del Premio Cimitile, Ermanno Corsi; il presidente dell’associazione “Obiettivo III Millennio”, Elia Alaia, l’editore Diego Guida, il Sindaco di Scisciano e Presidente del tavolo dei Comuni dell’area nolana Edoardo Serpico e tanti amministratori del territorio. La serata è stata registrata dalla produzione Melos International di Dante Mariti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XXVI Edizione del Premio Cimitile: chi ha ricevuto il riconoscimento

NapoliToday è in caricamento