rotate-mobile
social

Compie 10 anni il calendario più glamour made in Naples: chi c'è per il 2023

Firmato dal fotografo e giornalista Salvio Parisi mescola moda e cibo all'insegna delle eccellenze, con grandi protagonisti

Decima edizione per il calendario "Fashion&Food", progetto di Salvio Parisi, art director, fotografo, giornalista, in una parola artista con una particolare inclinazione a valorizzare le eccellenze di Napoli in particolare e della Campania in generale. Sempre brillanti ed originali, le sue creazioni hanno la capacità di esaltare il glamour e il meglio del food&wine, attraverso ritratti di grandi protagonisti di ogni settore, con la capacità di anticipare mode e modi e cogliere la vera bellezza del nostro territorio da preziosi e inediti punti di vista. Così «Matres et Coqui», titolo dell’edizione 2023 del ricercatissimo calendario (in edizione limitata) di Parisi  è ambientato nel Museo Campano di Capua, dove le straordinarie Matres Matutae, le grandi statue di tufo che raffigurano madri coi bimbi in grembo, accolgono i moderni protagonisti della spinta verso la ripresa, dopo gli anni bui del Covid, tra auspici di spiritualità e simboli di realismo: in una parola ri-nascita, in un intrigante gioco di richiami all'ancestrale concetto di fecondità, retaggio del più autentico passato della nostra terra generosa, alla gioia di vivere e condividere, a partire dal buon cibo e dal vino. 

Fashion&Food (Foto Salvio Parisi ©)

Tre i punti peculiari di questa edizione del calendario:

  • le commistioni visive all’esposizione «Ave Mater» di Lello Esposito, le cui opere tra vesuvi e sirene campeggiano in buona parte dei ritratti nel lunario;
  • il gemellaggio con l’Ateneo casertano Luigi Vanvitelli (Dip. Scienze Politiche), avanguardia italiana per l’offerta formativa dei giovani studenti nel Sud;
  • la partnership speciale con Casolaro, azienda campana leader nel settore dell’hotellerie italiana e internazionale.

I protagonisti

Protagonisti dei sei bimestri sono:

  • Rosanna Marziale, chef de Le Colonne di Caserta, in Eles Couture “oriente”;
  • il Professor Francesco Eriberto D’Ippolito, direttore del dipartimento di Scienze Politiche alla Vanvitelli di Caserta, in abito della sartoria napoletana Gabo; 
  • Fabio Biondi, chef del Sunrise di Caserta, in look KNT di Kiton; 
  • la cantante Monica Sarnelli, vestita in oro matt da Ombelico di Maria Riccio;
  • Michele De Leo, chef alla Tenuta San Domenico di Capua, in outfit AD Uomo;
  • il Maestro Lello Esposito Esposito;
  • Giuseppe Molaro, chef di Contaminazioni a Somma Vesuviana, in un abito destrutturato di Attolini;
  • Raffaello Magi giudice di Cassazione;
  • Sasà Martucci, pizza chef del pluripremiato I Masanielli a Caserta, in doppiopetto gessato di Rubinacci;
  • Giuseppe Picone, etoile e coreografo internazionale, ritratto in un opulento abito da scena di Giuseppe Tramontano;
  • Giuseppe D’addio e Aniello De Caprio, chef e pastry chef dell’Accademia Dolce & Salato di Maddaloni, entrambi in look Isaia;
  • Donatella Caiazzo, imprenditrice culturale, che indossa un abito in velluto carminio di Alexandre Vauthier da Mario D’Anna.
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compie 10 anni il calendario più glamour made in Naples: chi c'è per il 2023

NapoliToday è in caricamento