social

Federico Salvatore festeggia 25 anni di "Azz!" con un disco e una web series

Un disco e una serie social per l'anniversario della prima uscita del mitico album di Federico Salvatore

Ben 25 anni, un quarto di secolo da quando Federico Salvatore lanciò all over the world  "Azz!", album ormai mitico che nel 1995, con 700mila copie vendute, guadagnò ben 2 platini. Per celebrare l'anniversario, lo show man partenopeo ha trasformato le canzoni dell'album in una miniserie da pubblicare sul suo canale ufficiale YouTube e - a grande richiesta dei fan  - un nuovo disco.

Un Azz! da 20milioni di visualizzazioni 

Il primo video - “La fè revolution” - è già in rete mentre l'uscita del disco, dal titolo “Azz… 25 anni dopo!”, è prevista per il prossimo 17 settembre su tutte le piattaforme digitali, con una versione CD con autografo in tiratura limitata in esclusiva su Amazon. La data non è scelta in maniera casuale: è infatti il giorno del compleanno di Federico Salvatore.

«Il progetto nasce un anno fa su sollecitazione del giovane attore, autore, regista e mio grandissimo fan, Gennaro Scarpato che - racconta Federico - mi ha spronato ad attualizzare le vite dei personaggi di Federico e Salvatore e così abbiamo aggiornato la mia storica “Azz…” e la abbiamo pubblicata sulle mie pagine social. Il video ha fatto il botto e così ci siamo divertiti ad attualizzare tanti miei brani storici e a pubblicarli sulle mie pagine social. In un anno abbiamo collezionato oltre 20 milioni di visualizzazioni e abbiamo ricevuto migliaia di richieste da parte dei fans con il desiderio che tutti questi brani diventassero un disco».

“La fè revolution”

“La fè revolution” è una leggerissima salsa che riprende lo sberleffo linguistico del brano “La fè” di 25 anni fa. La regia è di Gennaro Scarpato, autore del video insieme con Federico Salvatore. Direttore della fotografia Tommaso Del Croce. Coreografie Vincenzo Durevole.

«Per la prima volta nella mia carriera, il progetto discografico va oltre le canzoni e si accompagna a una produzione di video seriali. Ho sempre cercato di stare al passo con i tempi, a volte anche anticipandoli. Nel ’95 ho sdoganato il dialetto napoletano e la parolaccia in televisione, nel ’96 sono stato il primo a parlare di omosessualità al Festival di Sanremo. Oggi voglio osare ancora con una miniserie musicale che, in commedia, strizza l’occhio alle serie di Netflix e ai musical americani. Nel primo video, “La fè revolution”, scomodo addirittura il Vaticano per chiedere una mano promozionale per l’uscita del disco a un cardinale, interpretato da un sublime Peppe Lanzetta. Faccio ballare il papa e il clero a ritmo di salsa».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Federico Salvatore festeggia 25 anni di "Azz!" con un disco e una web series

NapoliToday è in caricamento