Sabato, 13 Luglio 2024
social San Lorenzo / Via Domenico Cirillo, 74

Dove il pane diventa arte: l'antico forno dei Rescigno a via Cirillo

Alla quinta generazione la famiglia di maestri dell'arte bianca

La storia della famiglia Rescigno si tramanda da cinque generazioni, da quando ai primi del '900 il capostipite, Ciccio, dal piccolo paese di Roscigno, nel Salernitano, arrivò a Napoli. “Ciccio - racconta Fabrizia Rescigno, tra gli eredi e custodi dell'antica arte di famiglia - si trasferí a Napoli e con l'aiuto del figlio Mimí aprí un piccolo laboratorio per i prodotti da forno, ai gradini di Santa Barbara. La tradizione voleva che il figlio primogenito spossasse una compaesana, ma Mimí - continua Fabrizia - si innamoró di una napoletana. Con lei, grazie all'ereditá di un lontano parente, aprì un laboratorio in via Cirillo, nel centro storico di Napoli: lo stesso laboratorio che Antonio Rescigno, mio nonno, figlio di Mimì, con l'aiuto di sua moglie Maria e dei figli, Annalisa, Daniela e Mimmo, ha portato avanti per tutti questi anni e ancora oggi, nonostante l'età, lo si vede tutti i giorni con le mani in pasta”.

IMG-20220623-WA0003-2

Per i suoi prodotti la famiglia Rescigno oggi è nota ben oltre i confini di Napoli. E la tradizione è proiettata al futuro, con i nipoti di Antonio, quinta generazione a lavorare in quella che ormai è un'impresa. Specializzati nella produzione di pane e prodotti da forno tipici napoletani, come freselle maruzzare (per la zuppa di cozze), caponata, ciabatta, bruschetta, tostini di soia, treccine a mandorla, tarallini, taralli, dolci della tradizione e rosticceria, i Rescigno hanno nel tempo affiancato all'attività dello storico panificio di via Cirillo il "Bar pasticceria e gastronomia Rescigno" in via Foria 40, la "Macelleria Gourmet A Chiànca" e il "Pub Foria 46 Beer & Burger", per ben 4 punti vendita nella zona.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dove il pane diventa arte: l'antico forno dei Rescigno a via Cirillo
NapoliToday è in caricamento