rotate-mobile
social Pozzuoli / rione terra

Artemisia Gentileschi: il ritorno delle magnifiche tele a Pozzuoli

Inaugurata la sala del Museo Diocesano, al Rione Terra, dedicata all'iconica pittrice del '600, simbolo di coraggio ed emancipazione. Accolte qui le enormi tele realizzate per la Basilica

Taglio del nastro nel Museo Diocesano di Pozzuoli, al Rione Terra, della sala dedicata ad “Artemisia Gentileschi”, la grande e iconica pittrice del '600, nell’ambito del progetto Puteoli Sacra. E' qui che resteranno in esposizione le tre grandi tele realizzate da Artemisia per la Cattedrale di Pozzuoli:

  • “I Santi Procolo e Nicea”, rientrato dalle Gallerie d’Italia dopo l'esposizione dedicata all'artista e un’opera di restauro;
  • “San Gennaro nell’Anfiteatro”, recentemente esposto alla National Gallery di Londra;
  • “L’Adorazione dei Magi”.

Per la prima volta le 3 tele potranno essere ammirate in modo nuovo e suggestivo, tutte insieme, a distanza tra loro ravvicinata, rispetto all'originaria collocazione in cattedrale.

Puteoli Sacra

"Prima artista donna a dipingere per la Chiesa e prima a frequentare un'Accademia di Arti e Disegno, Artemisia Gentileschi è un esempio di libertà, riscatto e perseveranza, figura che ben si presta a un percorso di valorizzazione del patrimonio culturale che opera per la rigenerazione sociale", spiega una nota del Museo Diocesano. Puteoli Sacra, infatti, è l’unico progetto in Europa che coinvolge i ragazzi e le donne provenienti da un’area penale nella gestione di un sito monumentale e archeologico: ad inaugurarlo il 25 giugno 2021 fu l’allora Presidente della Camera Roberto Fico, e qui è stato in visita il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il ministro della Giustizia, Marta Cartabia. Coordinato dalla Fondazione CED Regina Pacis diretta da Don Gennaro Pagano, Puteoli Sacra è sostenuto da Fondazione Con il Sud, Fondazione Il Giglio, Fondazione Eduardo De Filippo, Associazione Costruttori Edili di Napoli - A.C.E.N., Provincia Italiana dei Missionari di N. S. De La Salette, Ance Campania, Figlie della Presentazione di Maria Santissima al Tempio, Ance Campania.

La Quadreria

Nella quadreria della cattedrale sono esposte anche opere di Giovanni Lanfranco, Cesare Fracanzano, Agostino Beltrano, Massimo Stanzione, Paolo Finoglio e Jusepe de Ribera, scampate al catastrofico incendio del 1964.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Artemisia Gentileschi: il ritorno delle magnifiche tele a Pozzuoli

NapoliToday è in caricamento