rotate-mobile
social

Appello a Giorgia Meloni del grande campione paralimpico di pallanuoto Gianluca Attanasio

"Cara Giorgia Meloni, lei ha compiuto la grandissima impresa di vincere le elezioni. Adesso salvi le periferie e le dico anche perché non è un'impresa impossibile"

Il mio ruolo di Campione Sportivo e di Ambasciatore del CONI per le Periferie Povere d'Italia mi consente spesso avere un punto di vista privilegiato. E' grazie al Mestro Gianni Maddaloni, che conosco dal lontano 2008, per tutti O' Maè, leggenda del Judo mondiale e papà del grandissimo Pino Maddaloni, Oro a Sidney, che ho imparato a vivere le Periferie, a capirne alcune dinamiche.

Partire da zero e realizzare i sogni è possibile

In questi anni ho incrociato gli occhi di centinaia se non migliaia di ragazzi. Sono ragazzi che hanno alle spasse storie complesse, spesso provengono da famiglie con uno spessore criminale di tutto rispetto, se mi è consentita l'espressione. Ma ho imparato che dove arriva lo sport, dove arriva il Maestro, non c'è nulla che tiene: Pino Maddaloni è l'esempio lampante che si può partire da zero ed arrivare dove non si sogna nemmeno di poter riuscire. Perchè, troppo spesso, nelle periferie viene impedito anche di sognare.

Anno dopo anno, però, il Maestro Gianni Maddaloni ha cambiato la vita di tanti, me compreso che provenivo dal Mondo dello Sport Paralimpico. Quando sono entrato nella palestra di Gianni avevo alle spalle già un bel Palmaress di tutto rispetto, ma lì, in quei luoghi, tra quelle persone, ho sentito sulla mia pelle un rispetto, un'ammirazione, che mi hanno trasmesso sensazioni mai provate, nemmeno quando indossavo le medaglie.

Migliaia di ragazzi, è il caso di dirlo, sono catturati dallo Sport e catapultati da un quartiere difficile di Napoli in ogni parte del Pianeta, a rappresentare l'Italia, trasformati in modelli per altri giovani: è il vero miracolo dello sport e anche della grande fede che il maestro trasmette.

"Cara Signora Meloni..."

Oggi ho deciso di fare un appello a lei, Signora Giorgia Meloni, che in questa campagna elettorale durissima è riuscita a differenziarsi da tutti. Veniamo da anni in cui gli Italiani hanno patito e patiscono la difficoltà di arrivare alla fine della seconda settimana del mese. In alcuni casi, come detto dall'amico Lollobrigida, presidente dei Deputati della Camera di Fratelli d'Italia, non si arriva nemmeno alla fine della prima settimana!

Cara Signora Giorgia Meloni, lei è una donna di Sport, lei è stata una nuotatrice, capisce di cosa parlo. Le chiedo perciò di portare all'interno delle Istituzioni Gianni Maddaloni, uomo, mastro di vita e grandissimo stratega sportivo: lui, nel ruolo di Sottosegratario allo Sport, potrebbe dare un contributo di peso ad un governo che dovrà affrontate ogni tipo di problematica.

Lo Sport e assieme allo Sport le periferie d'Italia hanno grandi potenzialità, ma devono essere supportati. Entrambi hanno bisogno della vicinanza delle Istituzioni con fatti concreti. E chi più del Maestro Gianni Maddaloni potrebbe rivestire un ruolo così importante?

Sarebbe come avere un Maradona o Totti in questo tipo di ruolo.

Le sue profonde conoscenze dello Sport e delle Periferie sarebbero un valore aggiunto di grande rilevanza. Maddaloni ha la forza, la tenacia e l'esperienza necessarie per realizzare qualcosa che non è mai stato neanche tentato prima: riportare fiducia attraverso l'attività sportiva e dare un segno concreto di vicinanza a tutti quelli che di Sport vivono.

Io ci credo dal profondo del cuore e spero che lei, cara Signora Meloni, possa ascoltare il mio appello che viene dal basso, dal mondo degli Atleti, di chi ci mette la faccia e non ha paura di eporsi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello a Giorgia Meloni del grande campione paralimpico di pallanuoto Gianluca Attanasio

NapoliToday è in caricamento