A Napoli i missionari si giocano il tutto per tutto

Salti mortali per trasformare in un palcoscenico prima Piazza Montesanto e poi Mergellina

I giovani missionari del PIME - Pontificio Istituto di Missioni estere (Sezione di Trentola Ducenta, Ce) non sono certo passati inosservati stamattina in Piazza Montesanto, dove si sono esibiti in giochi ed acrobazie e hanno coinvolto residenti, turisti e passanti  in balli di gruppo, canti  e risate.

Fondato nel lontano 1850,  il PIME è il primo Istituto missionario italiano ed ha tra i suoi obiettivi l'animazione missionaria e la comunicazione sociale. I giovani, diocesani e laici, sono a Napoli per "Unity in Diversity", iniziativa per l'evangelizzazione in strada, completa di adorazione eucaristica e confessioni, che si ripeterà nel pomeriggio di oggi  dalle 17.00 - sempre in Piazza Montesanto - e il prossimo 11 agosto a Mergellina (h 19.00), con l'obiettivo di trasformare alcuni luoghi della città in un palcoscenico di gioia, comunicazione e solidarietà, dimostrando che "i giovani non hanno paura di giocarsi il tutto per tutto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento