social

VentiVolti Venti: a Napoli la 1a edizione della Mostra intern.azione di Arte Postale

Da un'idea di Antonio Conte, giovane e brillante artista partenopeo, a Napoli in esposizione opere di più di 120 artisti di tutto il mondo, come ricordo e simbolo dell'anno che ha stravolto la nostra vita

Se ti volti avanti sette volte vanti sul tuo volto i segni se di venti volte vieni se diventi vinto il tuo vanto mente quelli troppi so' i disegni se ti senti più di venti se nel mentre aumenta il mento venti e più di venti sono quelli ti prendi”:  muore Trentatre più e dalle sue stesse ceneri nasce VentiVoltiVenti mostra di Mailart, in calendario questo fine settimana a Napoli, in via G. Gasparrini 10. In esposizione l"cartoline" artistiche, vere e proprie opere d'arte in formato epistolare, ricordo e simbolo di un anno - il 2020, appunto - che ha stravolto le nostre vite. A partecipare più di centoventi artisti provenienti da 17 paesi nel mondo, dal Giappone al Venezuela passando per la Germania, la Turchia e la Spagna, l’Austria , la Romania e l’Ungheria, la Grecia, gli Usa e il Messico, la Serbia, il Brasile e la Repubblica Ceca.

Ci saranno anche le opere dei giovani artisti dell’accademia di Belle Arti di Carrara del corso di Anatomia Artistica della professoressa Monica Michelotti e le opere dei ragazzi della scuola IC Casali del Manco 1 con il progetto Pon Leggere per crescere a cura di Lucia Longo.

La mailart

"La mailart non ha frontiere, non conosce ostacoli o limitazioni. Ecco perché c’è ancora e sempre bisogno di lei - spiega Antonio Conte, artista poliedrico e vulcanico, un interesse spiccato per la comunicazione massificata e la “civiltà dell’immagine” che estrinseca nei suoi progetti, spesso collettivi, ideatore e curatore dell'esposizione -  La mailart ci ricordarda che noi siamo così: senza confini, barriere e orari colorati. Senza mascherine, torneremo a muoverci liberamente".

 

La mostra

Questa prima edizione di Venti Volti Venti si articola in tre giorni per consentire a tutti di poter accedere ai locali di via Gasparrini 10 senza assembramenti e nel massimo rispetto dei protocolli anti-covid.

"È preferibile chiamare prima di arrivare", precisa Conte.

Il programma

All'esposizione si accompagnano performances:  

Venerdì 14 maggio,  ore 18/22: allestimento opere in mostra. Sarà possibile prendere parte all’allestimento nello spirito della mailart. Partecipazione e condivisione, per un’arte che unisce e non divide.

Sabato 15 maggio ore 18//22: inaugurazione mostra. Durante la serata ci sarà una performance in diretta streaming /canale instagram acam_mailart) del chitarrista e cantante Pietro Melillo (ore 20:30).

Domenica 16 maggio gli orari di visita saranno così suddivisi, ore 10/14 e 17/21. La mattina performance in diretta streaming (stesso canale) dell’artista visiva Lucia Longo (ore 11).

Antonio Conte, artista popolare

Vive e lavora a Napoli. Protagonista di esposizioni personali e collettive, ha un linguaggio pittorico squisitamente originale che mostra tangenze con i padri della Pop Art, il segno espressionista e lo spirito Dada, che lo porta spesso a elaborare giochi di parole ed a cercare contaminazioni con altre discipline artistiche (per esempio molti titoli delle sue opere richiamano testi di canzoni, libri o da film). Recentemente sta sperimentando la scultura e le installazioni, accentuando la vena relazionale insita nella sua concezione dell’arte.

Ama definirsi “artista popolare” e coinvolgere gli spettatori attraverso il gioco e l’umorismo.

I supporti delle sue opere pittoriche variano da quelli più tradizionali, come tela e tavola, ai meno usuali, come giornali, carta da pacchi e, negli ultimi anni, materiale pubblicitario, come locandine, poster, manifesti recuperati dalla strada.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VentiVolti Venti: a Napoli la 1a edizione della Mostra intern.azione di Arte Postale

NapoliToday è in caricamento