Domenica, 24 Ottobre 2021

Docenti in piazza a Napoli: "Vogliamo una Scuola sicura a settembre"

Gli insegnanti protestano contro le decisioni del ministro Azzolina: "Impossibile introdurre il plexiglass nelle scuole napoletane, servono investimenti e assunzioni"

Dieci, cento, mille scuole. Una protesta che ne contiene tante altre quella che si è tenuta in piazza del Plebiscito, davanti alla Prefettura di Napoli. Centinaia di docenti sono scesi in strada per chiedere che la Scuola possa riprendere in sicurezza a partire dal prossimo settembre. Ma è all'interno della definizione di sicurezza che si dipanano le decine di vertenze sospese di cui è composto il mondo scolastico. Dall'assuzione dei precari, alla messa in sicurezza degli istituti, dall'investimento in tecnologia all'ampiamento degli organici sia degli insegnanti che del personale Ata. 

Napoli soffre di svoraffollamento in molte scuole, una criticità che rende complicata la vita scolastica dipinta dalle direttive del ministro Azzolina, la quale vorrebbe plexiglas a protezione dei banchi e distanziamento di sicurezza. Azioni impraticabili in quelle classi con oltre 25 studenti, dove anche in condizioni di normalità è complicato convivere. Ecco perché, la strada indicata dai docenti è quella dell'ampliamento dell'organico, che permetterebbe di spalmare le classi su più turni. La manifestazione è stata indetta da Cgil, Cisl e Uil. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Docenti in piazza a Napoli: "Vogliamo una Scuola sicura a settembre"

NapoliToday è in caricamento