Riapertura scuole in presenza, la protesta di una madre: "Mio figlio non lo mando. Pretendo la Dad"

Non tutti sono per la riapertura delle lezioni in classe

Ancora caos sulle scuole in vista della possibile riapertura del 24 novembre. Da un lato i genitori dei bambini che chiedono la ripresa delle lezioni in presenza, dall'altra coloro che vorrebbero le lezioni a distanza. Sia nel primo, che nel secondo caso, c'é il diritto all'istruzione, infatti i genitori contrari alle lezioni in presenza pretendono la DAD per i propri figli, cosa probabilmente non più fattibile nel caso di ripresa delle lezioni in classe.

"Siamo in un periodo di pandemia e riaprono le scuole? Ma siamo impazziti? - dichiara Pina - negozi chiusi e scuole aperte? I nostri figli a rischiare ogni giorno di essere contagiati in un momento in cui la pandemia sta peggiorando e non si sa a cosa si va incontro... Teniamo all'incolumità dei nostri figli - prosegue la donna - questa zona rossa a questo punto mi sembra di rosso sbiadito... Un rosso col trucco, una zona rossa contentino, io comunque i miei figli non li mando a scuola - conclude la donna - e pretendo per loro il diritto all'istruzione, la DAD, io, come centinaia di altre mamme".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

Torna su
NapoliToday è in caricamento