Chiaia, niente refezione nelle scuole dopo l'Epifania: scontro tra Comune e Municipalità

Il ritardo nell'affidamento dei servizi di refezione scolastica complica la vita per le madri dei bambini che frequentano asili e scuole primarie

Non sarà garantita la refezione nelle scuole della prima municipalità, che comprende gli istituti di Chiaia, San Ferdinando e Posillipo, dal 7 gennaio. E' stata infatti inviata dal Comune di Napoli e dalla Municipalità una nota ai dirigenti scolastici nella quale viene spiegato il motivo: "Si informano le istituzioni scolastiche per il servizio di refezione scolastica da gennaio a giugno 2019, non avendo ancora la Commissione di gara completato i lavori di competenza, l'avvio del servizio non potrà essere assicurato fino al completamento delle suddette attività".

Proteste

Tale ritardo nell'affidamento dei servizi di refezione scolastica complica la vita per le madri dei bambini che frequentano asili e scuole primarie, i cui figli, dopo l'Epifania, saranno costretti ad uscire tra le 12.45 e le 13.30. "Chi lavora e aveva i figli a tempo pieno, come farà ad andare a prenderli prima? Inoltre, noi madri di bambini che frequentano l'asilo non abbiamo ricevuto note ufficiali, ma siamo state avvisate a campione", spiega a NapoliToday Simona, madre di un bimbo di 3 anni.

Palmieri: "Ritardi in I municipalità"

 "La commissione di gara per la refezione scolastica che lavora dal mese di settembre ha aggiudicato nove lotti su dieci. Resta da aggiudicare solo il primo lotto corrispondente alle scuole ricadenti nella prima municipalità per il quale il responsabile di procedimento della Municipalità non ha ancora concluso l'istruttoria per la verifica delle offerte. Mi hanno assicurato che il ritardo, dovuto solo ad un intoppo di natura burocratica, non andrà oltre i dieci giorni lavorativi", chiarisce in una nota l'assessore alla Scuola del Comune di Napoli Annamaria Palmieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Senza refezione per responsabilità amministrativa del Comune" 

"È con rammarico e con rabbia, che annuncio alla cittadinanza che dal 7 Gennaio non riprenderà il servizio di refezione scolastica per le scuole della prima Municipalità». Lo dichiara il presidente del parlamentino Chiaia-San Ferdinando-Posillipo Francesco de Giovanni. Occorre, sul tema, fare chiarezza ed indicare le precise responsabilità di questo scempio – incalza de Giovanni - Nel mese di giugno siamo riusciti a prorogare il servizio in corso, coprendo il periodo ottobre/dicembre 2018 con i fondi disponibili, in quanto la nuova gara 2019 era stata già bandita. Nonostante il tempo a disposizione, la commissione di gara centrale del Comune di Napoli, si è ridotta alla fine di dicembre per le aggiudicazioni lotto per lotto, equivalenti alle Municipalità. Un lavoro durato praticamente 6 mesi. A causa di una serie di offerte anomale e di un ritardo di comunicazione alla nostra Municipalità, ci troviamo, ora, senza la ditta che deve effettuare il servizio di refezione. Abbiamo inviato - spiega il presidente - diverse note, attraverso il nostro dirigente, che chiedeva un’ulteriore convocazione della commissione centrale entro il 31 dicembre, per cercare di salvare il salvabile, considerato che l'impegno di spesa doveva essere effettuato entro la fine dell'anno. Nonostante la nostra richiesta la riunione è stata convocata solo il 3 gennaio, a termine scaduto. Il nostro Rup (responsabile unico del procedimento) voleva anche procedere all'aggiudicazione, fatto salvo la presa d'atto della commissione che doveva tradursi in proposta d'aggiudicazione ma, anche questo passaggio, è stato rifiutato, così come il supporto dovuto alla Municipalità dalla commissione stessa. Nonostante questa autentica follia amministrativa, la Municipalità ha già provveduto a chiedere alle ditte i chiarimenti previsti dalla norma circa le offerte, per i quali devono necessariamente trascorrere 15 giorni, oltre eventuale fase di contraddittorio. Dopodiché, esaminate le offerte, si procederà alla determina di aggiudicazione. Il problema sarà impegnare la cifra mese per mese visto che, trascorso il 2018, si dovranno impegnare i cosiddetti “dodicesimi”. La cifra a disposizione, però, è molto inferiore e, quindi, il servizio non potrà rispondere alle richieste, a meno che non si trovi una soluzione da parte dell'assessore al Bilancio. Insomma un pasticcio clamoroso sulla pelle delle famiglie e dei bambini. A questo punto - conclude de Giovanni - devo solo pensare che vi sia una precisa volontà politica di danneggiare la prima Municipalità, perché quanto accaduto è a dir poco assurdo. Sul tema chiederò un chiarimento al sindaco, perché va bene lo scontro ed il confronto politico, ma qui è stato ampiamente superato il livello di guardia e pretendo che le responsabilità amministrative vengano chiarite, punendo i responsabili. Sindaco ed assessore all'Educazione ritengono, con pubbliche dichiarazioni roboanti, che la refezione sia un servizio essenziale. Come spesso accade al Comune agli annunci non seguono i fatti. A questo punto sarebbe stato meglio far gestire singole gare alle Municipalità, come accadeva già un tempo, senza alcun problema".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento