Scuola

Chiusura scuole, il Consiglio di Stato chiede i documenti alla Regione

Richiesti gli atti che hanno giustificato la chiusura e l'eventuale incidenza del provvedimento sulla curva dei contagi

Chiusura scuole in Campania, secondo atto: ora la parola passa al Consiglio di Stato che ha chiesto alla Regione la documentazione alla base della decisione di sospendere le attività scolastiche in presenza. L’ordinanza n. 89 con la quale il Governatore De Luca ha disposto la chiusura degli istituti scolastici dell'infanzia e della scuola primaria era stata oggetto di un ricorso al Tar Napoli presentato da un gruppo di genitori. Il Tribunale regionale amministrativo si è pronunciato però in maniera sfavorevole al ricorso, acclarando la legittimità dell’ordinanza nella parte in cui si inibiva la frequenza in presenza degli allievi.

Avverso il decreto del Tar gli avvocati Eugenio Carbone e Gianluca Caporaso hanno presentato appello al Consiglio di Stato. Stando a quanto dichiarato dagli avvocati, con il decreto n.6453 del 10.11.2020 il Consiglio di Stato ha ordinato alla Regione Campania il deposito dei dati e della documentazione scientifica, acquisiti dall'Unità di Crisi regionale nel periodo 3-5 novembre nonché i dati scientifici/medici prognostici sull'effetto positivo della sospensione scolastica in presenza ai fini della contrazione del contagio su cui l'ordinanza regionale era basata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura scuole, il Consiglio di Stato chiede i documenti alla Regione

NapoliToday è in caricamento