menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Graduatorie Ata: “Rinviate l'aggiornamento”. La richiesta

Quattro consiglieri regionali hanno scritto al ministro dell'Istruzione

"Il Ministero dell'istruzione prenda atto della richiesta espressa da sindacati, scuole paritarie, associazioni e sigle rappresentative di oltre 600 agenzie formative di prorogare i termini della procedura per l'aggiornamento delle graduatorie ATA del triennio scolastico 2021-2024. Occorre che il Ministero avvii l'aggiornamento non prima di fine giugno 2021, prevedendo nel prossimo bando anche la clausola di inserimento con riserva dei titoli in fase di conseguimento. È una richiesta che va accolta in ragione delle tante implicazioni derivanti dal permanere dello stato di emergenza da Covid e dei non pochi ritardi da questa provocati in tutte le attività formative connesse".  È quanto chiedono i consiglieri regionali Francesco Iovino, Annarita Patriarca, Tommaso Pellegrino e Mario Casillo, in una nota inviata al Ministro dell'Istruzione e all'Assessorato regionale della Campania.  

"Tutte le scuole e gli enti di formazione che erogano corsi validi per incrementare il punteggio nelle graduatorie di terza fascia - spiegano i consiglieri regionali - hanno manifestato la preoccupazione dei loro allievi, anche e soprattutto per la circostanza non poco rilevante che la Campania è in zona rossa. Le indiscrezioni postate sul web circa l'imminente data di pubblicazione del bando per fine marzo 2021 hanno generato non poche perplessità. Ciò per gli inevitabili assembramenti che si potrebbero verificare presso gli uffici che forniscono chiarimenti a quei candidati che necessitano di indicazioni sulla presentazione delle domande. C'è poi l'impossibilità per molti di maturare punteggio per tempo di servizio, non potendo terminare l'anno scolastico. L'aumento delle zone rosse, e i relativi divieti di spostamento, stanno generando, inoltre, grandi difficoltà agli allievi per completare le attività formative. In egual modo c'è l'oggettiva difficoltà per tutti coloro che hanno investito in percorsi di formazione, che nella maggior parte dei casi sono ancora in fase di pieno svolgimento, a maturare il relativo punteggio, con il rischio di vedere disatteso tale obiettivo. A questo si aggiungerebbe, poi, il conseguente danno economico in un periodo già fortemente segnato dalle difficoltà lavorative ed economiche aggravate dall'emergenza sanitaria".


"Occorre che il Ministero tenga conto che le conseguenze economiche che si vanno profilando rischiano di travolgere le tante agenzie formative che sono vere e proprie aziende, con centinaia di dipendenti e un indotto più che significativo. Una realtà - concludono i consiglieri regionali - che in tutta Italia sta fornendo adesso un servizio formativo fondamentale per tanti allievi affinché completino i corsi necessari ad ottenere il punteggio da usare per l'aggiornamento delle graduatorie”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Salute

Al Policlinico Federico II visite ed esami gratuiti per le donne

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento