Asili Nido comunali: tutte le informazioni

Indirizzi, moduli d'iscrizione e requisiti per l'iscrizione

Gli asili nido (da 0 a 36 mesi) e la scuola dell’infanzia (da 3 a 5 anni) sono il primo passo del percorso di istruzione.

Non sono scuole obbligatore ma hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo dei bambini oltre a consentire, in certa misura, la conciliazione della vita familiare con quella lavorativa. Per questo la normativa europea e quella nazionale hanno fissato degli obiettivi da raggiungere in termini di posti. Le statistiche attestano che però l’Italia resta fanalino di coda, con un’offerta complessiva – cioè una disponibilità di posti – tra pubblico e privato che è molto al di sotto degli standard fissati. In Italia, infatti, mediamente solo 1 bimbo su 4 trova posto in un nido.

Come fare l'iscrizione al nido

Per avere qualche chance di accedere bisogna muoversi per tempo e organizzarsi.

Innanzitutto bisogna scegliere il nidocui presentare la richiesta d'iscrizione. Attenzione: nel caso dei nidi comunali non possono essere effettuate richieste in più strutture e, comunque, nel caso di più domande, sarà considerata valida solo la prima in ordine di tempo. Il Regolamento per la gestione dei nidi d'infanzia del Comune di Napoli prevede che la domanda di iscrizione deve essere corredata dai seguenti documenti o relativa autocertificazione :

  • - certificato di nascita;
  • - certificato di vaccinazione;
  • - stato di famiglia non anteriore ai tre mesi dalla data di presentazione della richiesta di iscrizione;
  • - copia Mod 101, 740, di entrambi i genitori inerenti ai redditi percepiti, unitamente a dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà dalla quale risulta che la documentazione è quella prodotta dall'Ufficio delle Imposte Dirette e che non sussistono ulteriori redditi rispetto a quelli dichiarati;
  • - eventuale certificato aggiornato di disoccupazione di uno o entrambi i genitori, unicamente ad una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà dalla quale risulti il non possesso di redditi da parte dei dichiaranti, con l'indicazione dei rispettivi codici fiscali;
  • - eventuale certificato aggiornato di immissione in cassa integrazione di uno, purchè unico percettore di reddito, o entrambi i genitori;
  • - eventuale copia della sentenza di separazione o divorzio rilasciato dal Tribunale;
  • - eventuale certificato, rilasciato dal competente ufficio sanitario, che comprovi che il genitore è portatore di handicap tale da costituire titolo preferenziale per la frequenza del bambino;
  • - eventuale valido documento comprovante l'appartenenza del genitore alla categoria grandi invalidi del lavoro;
  • - eventuale certificato di pensione di invalido civile.
  • - eventuali certificati medici attestanti situazioni particolari

I criteri di selezione per l'ammissione

Ai fini dell'ammissione, il Regolamento comunale per la gestione dei nidi d'infazia prescrive che dovrà essere data precedenza ai minori appartenenti alla seguenti categorie:

  1. minori già frequentanti il nido d'infanzia;
  2. minori portatori di handicap;
  3. orfani di uno o entrambi i genitori, o separati, o divorziati, purchè l' affidatario o il superstite lavori;
  4. figli di madre lavoratrice nubile o padre lavoratore celibe;
  5. figli di genitore portatore di handicap tale da costituire titolo preferenziale per la frequenza dei minori;
  6. figli di grandi invalidi del lavoro;
  7. minori i cui genitori lavorino;
  8. minore il cui genitore, purchè unico percettore di reddito sia stato immesso in cassa integrazione;
  9. figli i cui genitori siano iscritti nelle liste dei disoccupati e non percepiscono altri redditi;
  10. minore il cui nucleo Familiare presenti una situazione socio - ambientale , segnalata dal servizio sociale competente, tale da essere di serio pregiudizio per un sano sviluppo psico - fisico del bambino stesso

L'elenco delle scuole

Tutte le scuole presenti sul territorio - opportunamente suddivise tra statali, paritarie e non paritarie e con indirizzi e recapiti telefonici - sono riportate in elenchi regionali, aggiornati ogni anno, reperibili sul sito internet dell'Ufficio scolastico della Campania.

L’elenco di tutti gli asili nido comunali, suddivisi per municipalità, completo di indirizzi e recapiti, è reperibile in un’apposita sezione  del sito del Comune di Napoli, dove si trova anche la modulistica e indicazioni precise e dettagliate sui criteri di precedenza nelle graduatorie di accesso, i documenti necessari, i termini di presentazione delle domande e i requisiti, compresa la necessità dell'adempimento degli obblighi vaccinali. 

Il sito del Ministero per l’Istruzione, poi,  oltre a fornire tutte le informazioni su modalità e termini di iscrizione, ha un'apposita pagina - Scuola in Chiaro https://cercalatuascuola.istruzione.it/cercalatuascuola/ – che permette di avere informazioni e confrontare le caratteristiche delle varie scuole.

E' comunque opportuno visitare il nido di persona, in particolare in occasione degli “open days”, cioè gli incontri con maestre e coordinatrici - organizzati in particolare dalle private per farsi conoscere dai genitori. 

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

Torna su
NapoliToday è in caricamento