Salute

Disturbi alla vista in gravidanza, quali sono i più comuni e come curarli: risponde l’esperto

"I cambiamenti ormonali in atto in questo periodo possono causare disturbi come un peggioramento della miopia, gonfiore alle palpebre e secchezza oculare. Fastidi che, però, sono quasi sempre temporanei e scompaiono entro due mesi dopo il parto". L'intervista al Prof. Vincenzo Orfeo

L’insorgenza di disturbi alla vista è un fenomeno molto comune in gravidanza. I cambiamenti ormonali che si verificano in questo particolare periodo possono portare a disturbi che, spesso, sono motivo di ansia per la futura mamma. Tra i più frequenti c’è un peggioramento della miopia, fastidio da lenti a contatto, secchezza agli occhi, palpebre gonfie: tutti sintomi temporanei che generalmente scompaiono mediamente nei primi due mesi dopo il parto. In caso di dubbio è, però, sempre meglio consultare il proprio ginecologo di fiducia e richiedere una visita oculistica di controllo soprattutto se si soffre di diabete o di ipertensione. NapoliToday ha intervistato il Prof. Vincenzo Orfeo, Direttore dell'Unità Operativa di Oculistica della Clinica Mediterranea di Napoli e Presidente OPI (Oculisti dell'Ospedalità Privata Italiana) per chiedere quali sono i disturbi più frequenti, e quali i rimedi e consigli pratici per affrontarli.

Cosa accade alla vista durante la gravidanza?

“Durante la gravidanza si verificano cambiamenti ormonali che possono influenzare l’apparato visivo della futura mamma. Questi cambiamenti possono causare dei disturbi più o meno importanti, ma quasi sempre reversibili che scompaiono alla fine della gravidanza o entro due mesi dopo il parto”.

Quali sono i disturbi più diffusi?

“Con il cambiamento ormonale che la donna ha in gravidanza si possono verificare delle modifiche nei mezzi diottrici dell’occhio, e cioè nella cornea e nel cristallino, che possono portano a disturbi alla vista. Può insorgere, ad esempio, una leggera miopia per gli effetti che i gli ormoni hanno sul cristallino, oppure delle intolleranze alle lenti a contatto per gli effetti che gli ormoni hanno sulla cornea. Inoltre, il cambiamento degli ormoni (in particolare del progesterone e degli ormoni androgeni che regolano la produzione delle lacrime) può indurre anche un’alterazione nella produzione del film lacrimale che va temporaneamente a ridursi e l’occhio può essere più irritato con una sensazione di corpo estraneo”.

Alcune donne in gravidanza lamentano, spesso, anche disturbi alle palpebre..

“Sì, tra i disturbi che possono insorgere in gravidanza c’è anche una leggera ptosi (cioè un abbassamento della palpebra), oppure una colorazione scura delle palpebre, o un rigonfiamento delle palpebra, ma queste sono tutte situazioni momentanee per le quali non bisogna preoccuparsi. E’ chiaro che possono insorgere anche situazioni patologiche nel corso della gravidanza, come l’Eclampsia, una patologia complessa che, per fortuna, insorge molto raramente, e che può dare, tra gli altri, anche dei sintomi oculari: in questo caso, le future mamme, seguite dal proprio ginecologo, devono sottoporsi a una visita oculistica perché ci potrebbero essere delle alterazioni alla vista anche importanti”.

Si parla spesso di un aumento della miopia nelle donne in gravidanza…

“In realtà, evidenze scientifiche su questa connessione non ci esistono. Quel che è evidente è che si può verificare una miopia transitoria nel periodo della gravidanza, ma non un peggioramento stabile della miopia”.

Cosa può accadere alle donne in gravidanza che soffrono di glaucoma?

“Le donne che soffrono di glaucoma, cioè di pressione alta negli occhi, vanno incontro, nel periodo della gravidanza, ad una leggera riduzione della pressione: è come se in questo periodo il glaucoma si stabilizzasse temporaneamente”.

Glaucoma, cos’è e con quali sintomi si manifesta: risponde l’oculista

Quali rimedi e consigli pratici per affrontare questi disturbi?

“La gravidanza è uno stato particolare ma fisiologico, in cui, per fortuna, non di frequente si verificano alterazioni di tipo patologico, per questo le future mamme devono stare tranquille e affrontare eventuali disagi come disturbi alla vista sapendo che il più delle volte sono transitori. Può essere molto utile instillare delle gocce lubrificanti negli occhi che tendono ad asciugarsi lungo tutto il periodo della gravidanza. Quando insorgono fastidi è, comunque, preferibile sempre recarsi dall’oculista per un controllo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disturbi alla vista in gravidanza, quali sono i più comuni e come curarli: risponde l’esperto

NapoliToday è in caricamento