menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini Covid, specializzandi in prima linea: l'adesione sarà volontaria

*Maria Triassi*, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia della Federico II di Napoli commenta con favore le parole espresse dal ministro Speranza

La decisione del ministro Roberto Speranza chiarisce in via definitiva i dubbi sulla obbligatorietà del contributo degli specializzandi alla campagna vaccinale. Un chiarimento che apprezziamo molto e che aiuta a preservare il valore di una formazione preziosissima per una medicina che sia sempre all’altezza delle aspettative».

*Maria Triassi*, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia della Federico II di Napoli commenta con favore le parole espresse su Facebook dal titolare del dicastero della Salute. Il ministro Speranza ha infatti voluto dire «grazie a tutti i medici specializzandi del nostro Paese che hanno unitariamente sottoscritto l’intesa con governo e regioni per partecipare attivamente alla nostra campagna di vaccinazione Covid. È un altro passo avanti che ci rende più forti nella sfida decisiva dei prossimi mesi». Parole che cancellano ogni dubbio sulla volontarietà dell’adesione e sul fatto che questo impegno avvenga al di là delle 38 ore settimanali di formazione.

«La Scuola che ho l’onore di presiedere - conclude Triassi - ha sin dal primo momento espresso la volontà di essere parte integrante di questo sforzo collettivo di lotta al Covid, oggi e più che mai nel prossimo futuro. Andiamo avanti nella consapevolezza di un progetto che vede la partecipazione degli specializzandi come un’opportunità di esperienza e l’impegno oltre orario di servizio come garanzia per la qualità della formazione. Quella stessa formazione che è sempre più al centro del progetto della Scuola di Medicina e Chirurgia della Federico II e che vede negli specializzandi un punto chiave».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento