rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Salute

Tumore alla tiroide: l’Ospedale Cardarelli è primo per numero di interventi

A riportare il dato è il portale “Dove e Come mi curo” che ha realizzato una classifica regionale e una nazionale sulle strutture più performanti per volume di interventi alla tioride

Diffusione delle patologie tiroidee

Se il tumore alla tiroide rappresenta un evento abbastanza raro, sono invece molto comuni il gozzo  e le patologie tiroidee. Il primo è un ingrossamento della ghiandola, dovuto a  carenza di iodio , al cui interno possono svilupparsi uno o più noduli. Le seconde (ipotiroidismo e ipertiroidismo) sono dovute a un malfunzionamento della tiroide. Gli italiani interessati da questi disturbi sono circa 6 milioni , cioè ben il  10%  (8 volte su 10  si tratta di  donne). “Si stima, inoltre, che ben il  70% degli over 50  nel nostro Paese abbia un nodulo alla tiroide. Soltanto in un  5%  dei casi, però, questo è un tumore maligno. Per questa ragione, non viene presa in considerazione l'ipotesi di un'ecografia di screening a tappeto, in quanto allarmerebbe inutilmente la popolazione senza che vi sia una patologia realmente in atto. L'esame viene proposto, quindi, solo se sussistono fattori di rischio, come ad esempio la famigliarità o un aumento di volume della ghiandola.  La principale forma di prevenzione è l'assunzione di sale iodato. Questo alimento è consigliabile a tutti indistintamente perché consente di raggiungere il giusto apporto del minerale. Ovviamente è bene non abusarne perché, come è noto, il sale favorisce l'ipertensione”.  

Quali controlli e quando

Per capire se è in atto un malfunzionamento della ghiandola, è sufficiente effettuare il dosaggio del TSH: l’ormone tireo-stimolante prodotto dall'ipofisi, ghiandola che controlla la tiroide. Se il valore è al di sopra dei parametri di riferimento significa che la tiroide lavora poco, se è al di sotto che lavora troppo. Altri esami utili sono il dosaggio dell'FT3  e dell'FT4  e degli anticorpi anti-tiroide. “Questi esami vengono consigliati preventivamente in presenza di fattori di rischio quali ad esempio famigliarità, poliabortività o difficoltà a concepire. Il malfunzionamento della ghiandola, infatti, può anche ostacolare l'avvio di una gravidanza e aumentare il rischio di aborto spontaneo”, spiega l'endocrinologa. “Se il difetto non viene corretto con il giusto dosaggio di farmaci, si ha una maggiore probabilità di andare incontro a parto prematuro o di avere un bambino di basso peso alla nascita. Per queste ragioni, è importante che la donna con tireopatia venga monitorata per tutta la gravidanza dal punto di vista endocrinologico oltre che ginecologico”.

INTERVENTI CHIRURGICI PER TUMORE MALIGNO ALLA TIROIDE -  CLASSIFICA REGIONALE

Le strutture pubbliche o private accreditate che hanno effettuato questo tipo di intervento sono 32. Le 5 strutture che in Campania effettuano un maggior numero di interventi sono:

1. Azienda Ospedaliera A. Cardarelli di Napoli (n° interventi: 115)

2. Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli (n° interventi: 94)

3. Azienda Universitaria - Seconda Università degli studi di Napoli (n° interventi: 82)

4. Istituto Nazionale Tumori di Napoli (n° interventi: 54)

5. Clinica Padre Pio di Mondragone (CE) (n° interventi: 47)  

Il 28% dei residenti sceglie di farsi curare in altre regioni. Il 72% dei residenti sceglie di farsi curarsi nella propria regione. Il 2,7% di interventi eseguiti su non residenti.

INTERVENTI CHIRURGICI PER TUMORE MALIGNO ALLA TIROIDE - CLASSIFICA NAZIONALE

Le 5 strutture che in Italia effettuano un maggior numero di interventi sono:

1. Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana – stabilimento Cisanello (n° interventi: 786)

2. Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma (n° interventi: 415)

3. Ospedale di Padova (n° interventi: 317)

4. Ospedale Borgo Trento di Verona (n° interventi: 195)

5. Ospedale Regina Apostolorum di Albano Laziale (RM) (n° interventi: 169)

(Fonte dati: PNE 2017)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tumore alla tiroide: l’Ospedale Cardarelli è primo per numero di interventi

NapoliToday è in caricamento