rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Salute

Ascierto: "Il Tocilizumab in Inghilterra riduce ricoveri in terapia intensiva. Troppo scetticismo in Italia"

Il farmaco anti artrite sta dando buoni risultati all'estero, mentre sembra essere snobbato in Italia. Il dispiacere di Ascierto

"Alcuni ospedali in Gran Bretagna stanno trattando i pazienti affetti da COVID-19 con il tocilizumab visto che, in molti casi, il farmaco sembra scongiurare il trasferimento dei pazienti in terapia intensiva. I ricercatori che stanno portando avanti lo studio clinico, con oltre 4.000 volontari, sostengono che la metà dei pazienti affetti da COVID e ricoverati in ospedale, abbiano ricevuto effetti positivi dal tocilizumab, se combinato con la terapia al cortisone. Nei pazienti di questo guppo, rispetto a quelli che non hanno ricevuto la stessa combinazione di farmaci, tocilizumab ha ridotto la mortalità oltre che la possibilità di utilizzo di ventilatori per la respirazione. Dopo questi risultati, che hanno dimostrato l’impatto sostanziale di questa terapia, il Regno Unito sta lavorando per permettere a tutti i pazienti del Sistema Sanitario Britannico di accedervi, se necessario. Abbiamo sempre sostenuto l’utilità di questo trattamento e siamo molto dispiaciuti che, in Italia, ci sia stato tanto scetticismo in proposito. Sappiamo che non funziona per tutti i pazienti, ma può ancora salvare molte vite", scrive su Facebook Paolo Ascierto, che cita un articolo della Bbc sul farmaco anti artrite che il luminare del Pascale ha per primo impiegato contro il Covid.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascierto: "Il Tocilizumab in Inghilterra riduce ricoveri in terapia intensiva. Troppo scetticismo in Italia"

NapoliToday è in caricamento