Tac, ridotte le radiazioni del 60 percento: premiata la scopritrice del protocollo

Il sistema è stato elaborato dalla ricercatrice e ingegnere clinico Federica Caracò, insieme alla collega Michela D'Antò

Il rettore Manfredi con Federica Caracò

La scoperta è tutta made in Naples. Si tratta di una nuova versione della Tac che permette di ridurre le nocive radiazioni emesse dai macchinari addirittura del 60 percento.

Dietro il notevole passo avanti in ambito medico c'è una ricercatrice e ingegnere clinico, Federica Caracò, premiata dal rettore della Federico II Gaetano Manfredi per il protocollo che ha elaborato insieme alla collega Michela D'Antò.

Tac, radiazioni ridotte da due scienziate: la scoperta

Alla ricercatrice, premiata in occasione di "Buon compleanno Federico II" (giunta alla quinta edizione), è stato consegnato il 'frontone' simbolo dell'ateneo federiciano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

  • Allerta meteo per forte vento, scuole chiuse a Napoli il 12 novembre

  • Maltempo, via Imbriani chiusa: crolla un cornicione

Torna su
NapoliToday è in caricamento