Tac, ridotte le radiazioni del 60 percento: premiata la scopritrice del protocollo

Il sistema è stato elaborato dalla ricercatrice e ingegnere clinico Federica Caracò, insieme alla collega Michela D'Antò

Il rettore Manfredi con Federica Caracò

La scoperta è tutta made in Naples. Si tratta di una nuova versione della Tac che permette di ridurre le nocive radiazioni emesse dai macchinari addirittura del 60 percento.

Dietro il notevole passo avanti in ambito medico c'è una ricercatrice e ingegnere clinico, Federica Caracò, premiata dal rettore della Federico II Gaetano Manfredi per il protocollo che ha elaborato insieme alla collega Michela D'Antò.

Tac, radiazioni ridotte da due scienziate: la scoperta

Alla ricercatrice, premiata in occasione di "Buon compleanno Federico II" (giunta alla quinta edizione), è stato consegnato il 'frontone' simbolo dell'ateneo federiciano.

Potrebbe interessarti

  • Ogni quanto bisogna lavare le lenzuola e perché

  • Formiche: tutti i rimedi per allontanarle di casa

  • Il miglior bartender d'Italia è Salvatore Scamardella

  • Sai quali sono gli alimenti da non congelare a casa?

I più letti della settimana

  • Morta sull'Asse mediano: la vittima è Imma Papa

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 24 al 28 giugno: Diego si mette nei guai

  • Muore noto commerciante: il cordoglio sui social

  • Tragico incidente sull'Asse Mediano: morta una donna

  • Un napoletano conquista All Together Now: Rega vince con Pino Daniele e De Crescenzo

  • E' morta Loredana Simioli, raccontò il cancro con grande coraggio

Torna su
NapoliToday è in caricamento