Salute

Sarcopenia, come prevenirla con l’alimentazione: i consigli della nutrizionista

“Si tratta di un fenomeno fisiologico che porta ad una diminuzione progressiva della forza e della massa muscolare dovuta all'invecchiamento del corpo. Una corretta alimentazione e un’attività fisica adeguata ne ritardano l'esordio e prevengono conseguenze peggiori”. L’intervista alla dott.ssa Marialuisa Alliegro

La sarcopenia è una tipica malattia dell’invecchiamento che comporta la riduzione della massa muscolare con un conseguente indebolimento dell’intero organismo. E’ un problema in crescita soprattutto nella società occidentale per il protrarsi dell’età media, il cui rischio però può essere rallentato adottando corrette misure preventive: diversi studi dimostrano, infatti, che una dieta corretta con un maggior apporto proteico, e moto quotidiano, possono prevenirne l’insorgenza. NapoliToday ha intervistato la dott.ssa, biologa nutrizionista, Marialuisa Alliegro, per chiederle come impostare una corretta dieta al fine prevenire questa patologia. 

Cosa è la sarcopenia? Quali soggetti colpisce?

"La sarcopenia è un fenomeno (fisiologico entro certi limiti) che porta ad una diminuzione progressiva della forza e della massa muscolare, e rappresenta una delle prime implicazioni dell'invecchiamento del corpo umano. Secondo quanto afferma la Fondazione Internazionale di Osteoporosi (IOF), il declino muscolare correlato alla sarcopenia comincerebbe all'età di 40-50 anni, con un ritmo che da lento, nella prima decade, diviene sempre più incalzante a partire dai 60 anni, fino a dimezzare il patrimonio muscolare entro i 75 anni di età. La sarcopenia quando è particolarmente accentuata e diventa quindi una condizione patologica, è la principale causa di invalidità e debolezza nell’anziano con compromissione della qualità della vita. Infatti, essa contribuisce ad aumentare il rischio di cadute e di fratture correlate, può arrivare a compromettere l’autonomia di movimento, l’equilibrio diviene instabile, si diventa incapaci di salire e scendere le scale, sollevare oggetti, alzarsi dalla sedia. La sarcopenia condiziona in misura importante anche l’invecchiamento dell’osso, favorendo l’insorgenza dell’osteoporosi in età senile. Ma controllarla e rallentarla si può con l’esercizio fisico costante e un’alimentazione appropriata".

Quali sono le cause della sarcopenia?

“Le cause della sarcopenia non sono del tutto chiare, sebbene alcuni studi abbiano dimostrato che i fattori coinvolti nello sviluppo di questa condizione sono: alterazioni del metabolismo proteico (la sintesi proteica muscolare nei soggetti anziani è ridotta del 30% rispetto ai giovani e si ha un aumentato catabolismo); variazione dei livelli ormonali (diminuzione di estrogeni nelle donne e del testosterone nei maschi); processi infiammatori; alterazioni neuro-muscolari; assenza di stimoli di forza sul muscolo; ridotta assunzione di proteine con la dieta. Inoltre, è emerso che la sarcopenia ha un impatto maggiore nei soggetti sedentari e in chi ha un'alimentazione inadeguata alla salute dei muscoli. In altre parole, la sarcopenia ha ripercussioni più profonde se è abbinata alla sedentarietà e alla cattiva alimentazione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarcopenia, come prevenirla con l’alimentazione: i consigli della nutrizionista

NapoliToday è in caricamento