rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Salute Mugnano di napoli

Riso rosso e colesterolo, in che modo agisce e come consumarlo: i consigli del nutrizionista

“Grazie alla grande quantità di fibre che contiene è in grado di abbassare i livelli di LDL. Per questo motivo è fortemente consigliato a chi soffre di ipercolesterolemia. L’abbinamento ideale è con i legumi”. L’intervista al dott. Marco Amato

Molto diffuso in Medio Oriente, il riso rosso è una varietà di riso, perlopiù integrale, oggi ampiamente coltivata anche in Italia. E’ un alimento molto aromatizzato ed altamente digeribile, ricco di sali minerali, proteine vegetali, carboidrati, fosforo, e con proprietà antiossidanti. Viene considerato una cura “vegetale” perché, grazie alla grande quantità di fibre che contiene, è capace di abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL), prevenendo danni al sistema cardiocircolatorio. Per questo motivo è un alimento fortemente consigliato a chi soffre di ipercolesterolemia. Il dott. Marco Amato, biologo nutrizionista e farmacista, ci spiega quali sono le sue proprietà, come il riso rosso fermentato agisce sul colesterolo e come cucinarlo.

"POPRIETA’ DEL RISO ROSSO

Il riso rosso è un riso integrale, rispetto al riso raffinato ha, infatti, un maggior contenuto di fibre e di sali minerali. È un alimento povero di grassi e una fonte importante di fosforo e magnesio. È ricco di carboidrati ma nello stesso tempo apporta all’organismo proteine vegetali. L’abbinamento ideale del riso rosso integrale è con i legumi, ad esempio ceci e fagioli, al fine di ottenere proteine complete. Questo alimento è anche una fonte importante di antiossidanti, e il consumo viene consigliato, soprattutto, per favorire il funzionamento corretto dell’intestino e per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue. Consumare riso rosso integrale in una corretta alimentazione, aiuta, inoltre, a ridurre il rischio di obesità e a tenere bassa la glicemia. La presenza di sali minerali rende, infine, il riso rosso un alimento che apporta benefici anche alle ossa. Riassumento, quindi, il riso rosso:

  • è ricco di fibre
  • aiuta ad abbassare il colesterolo
  • è una fonte di sali minerali
  • contribuisce a tenere sotto controllo la glicemia
  • fa bene alle ossa
  • è una fonte ricca di antiossidanti
  • riduce il rischio di obesità.

RISO ROSSO FERMENTATO E COLESTEROLO

Molto utilizzato negli integratori alimentari per la sua efficacia nell'abbassare i livelli di colesterolo cattivo, il riso rosso fermentato viene ricavato per fermentazione dal riso comune ad opera di un particolare microrganismo chiamato “lievito rosso” (Monascus purpureus), che, nel procedimento chimico di fermentazione, rilascia residui metabolici chiamati “monacoline”. Queste ultime, somigliando per struttura chimica e modus operandi alle ben note statine (farmaci ipocolesterolemizzanti), sono capaci di abbassare i grassi nel sangue, e in particolare il colesterolo, rendono, quindi, il riso rosso un alimento ideale per chi soffre di ipercolesterolemia.

LA MONACOLINA K

Tra le molecole rilasciate dal lievito rosso nel processo di fermentazione, la monacolina k è la più efficace nell’abbassare i livelli di colesterolo cattivo. La maggior parte del colesterolo (80%) viene prodotto dall'organismo stesso (produzione endogena), in gran parte dal fegato anche se tutte le cellule del corpo sono in grado di produrlo, mentre una piccola parte (il restante 20%) è introdotta attraverso gli alimenti che contengono colesterolo (produzione esogena). L'integrazione alimentare con riso rosso fermentato si rivela, però, ugualmente efficace perché la monacolina K è in grado di inibire l'enzima chiave della biosintesi del colesterolo, che si trova negli epatociti (cellule del fegato), normalizzando i livelli di colesterolemia totale e quelli di colesterolo LDL (cattivo).

RICETTE CON RISO ROSSO

1) Riso rosso con zucchine

Procediemento: lavare bene le zucchine, recidere le estremità e tagliarle a metà per il verso della loro lunghezza, tagliarle a spicchi e svuotarle della loro polpa, dopo bisogna affettare la buccia effettuando un taglio alla julienne e tenerle da parte. Tagliare a pezzettini la polpa estratta e metterla in padella insieme alle altre zucchine tagliate in piccole pezzi, poi sbucciare l’aglio, tagliarlo finemente ed aggiungerlo in padella insieme alla salvia, aggiungere olio evo ed un pizzico di sale iodato. Cuocere il tutto a fuoco lento per circa dieci/quindici minuti mescolando. Nel frattempo cuocere il riso in abbondante acqua bollente salata. Poi mettere un pò d’olio in una padella capiente, farlo scaldare un po’ ed aggiungere le bucce delle zucchine in precedenza preparate, e cuocere a fuoco vivo mescolando ogni tanto e a cottura ultimata metterle su carta da cucina per far assorbire l’olio in eccesso, poi quando il riso sarà pronto scolarlo e mescolarlo alle zucchine cotte in padella. Prima d’impiattare si può decorare il tutto con le bucce delle zucchine soffritte in pochissimo olio.

2) Riso rosso con crema di zucca

Procedimento: cuocere il riso in acqua bollente salata. Nel frattempo pulire e tagliare a cubetti la zucca, in una padella mettere philadelphia light ed un trito di verdure per il soffritto, unire la zucca e lasciarla rosolare ben bene. Se necessario, aggiungere acqua e portarla a cottura. Una volta cotta va frullata con il mixer e aggiunto un pò di parmigiano. Per le cialdine di parmigiano: in uno stampo di silicone mettere il formaggio grattugiato, e poi trasferire nel microonde per alcuni secondi, quando si sente il formaggio che "frigge" spegnere, tirare fuori e lasciare raffreddare. Si può aggiungere al parmigiano o semi di papavero o nocciole tostate e tritate grossolanamente. Una volta cotto il riso va scolato e trasferito in uno stampino leggermente oleato, pressarlo bene bene all'interno dello stampo. Prima dell’impiattamento fare un letto di crema di zucca, rovesciare sopra a questo lo stampino di riso e azarlo delicatamente, decorare come più piace con le cialdine e ciuffi di crema alla zucca.

3) Insalata di riso rosso con tonno e zucchine

Procedimento: per dimezzare la cottura si può utilizzare la pentola a pressione, tenendo presente che va il triplo dell’acqua del peso del riso, quindi se mettete 100 g di riso l’acqua dovrà essere 300 g. Oppure utilizzate il metodo classico della cottura in abbondante acqua salata in una comune pentola. In questo caso, il riso rosso cuocerà per circa 35 minuti, per la cottura nella pentola a pressione i minuti si dimezzeranno. Partite dalle zucchine. Lavate le zucchine, togliete le estremità, tagliatele a fettine di circa mezzo cm, e scottatele su una padella antiaderente senza aggiungere olio.Qualche minuto da un lato e poi dall’altro. Quando il riso sarà tiepido preparate anche gli altri ingredienti. Prendete i pomodorini, lavateli e tagliateli in 4. Prendete poi il tonno e sgocciolatelo per bene. Quando il riso si sarà raffreddato e avrete tutti gli altri ingredienti pronti, non vi resta che mettere tutto insieme in un recipiente capiente. Aggiungete l’olio di oliva, sale, pepe e qualche foglia di basilico. Mescolate gli ingredienti e la vostra insalata di riso rosso con tonno e zucchine è pronta! Potete consumarla immediatamente, se possibile, vi consiglio di lasciarla riposare almeno un’ora in frigo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riso rosso e colesterolo, in che modo agisce e come consumarlo: i consigli del nutrizionista

NapoliToday è in caricamento