Salute

“La pasta a cena fa bene e non ingrassa”: l’intervista alla nutrizionista

Secondo uno studio americano la pasta a cena non solo non fa ingrassare, ma favorisce il riposo e riduce lo stress. Ma quante volte a settimana va mangiata e con cosa va abbinata?

Bisogna preferire la pasta bianca o quella integrale?

“Non bisogna demonizzare l’una o l’altra, possono essere consumate entrambe in maniera alternata e rispettando il fabbisogno energetico di cui ha bisogno l’organismo. La pasta integrale, però, essendo costituita da fibre, ha bisogno di più tempo per essere digerita, ciò crea maggior permanenza nello stomaco e dunque, un prolungato senso di sazietà. Ci sono anche tipi alternativi di “pasta” come quella di quinoa, che non contiene carboidrati in quanto pianta erbacea della stessa famiglia degli spinaci, ed è indicata nelle diete fortemente ipocaloriche. Le paste a base di segale, avena, orzo e farro, invece, sono molto ricche in fibra e minerali”.

Con cosa va abbinata la pasta? Ci consigli qualche piatto sano e leggero..

“Il mio consiglio è di abbinarla sempre alle verdure, in modo da introdurre la giusta quantità di fibre giornaliere e bilanciare l’apporto energetico. Evitare condimenti come burro o eccessive quantità di olio. Condire con moderazione, utilizzando olio extra vergine d’oliva. Un esempio di piatto sano e leggero sono pasta e broccoletti che permettono l’assorbimento di acido folico e ferro, o la pasta col pomodoro e basilico che permette l’assorbimento del licopene (un potente antiossidante), o la pasta di farro con i legumi che consente un maggior assorbimento del ferro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La pasta a cena fa bene e non ingrassa”: l’intervista alla nutrizionista

NapoliToday è in caricamento