Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ministro Grillo attacca la Regione: "Lavoro nei pronto soccorso disumano"

 

"Devo ringraziare medici e infermieri che lavorano nei pronto soccorso napoletani perché lo fanno in condizioni disumane". Non usa giri di parole il ministro della Salute Giulia Grillo, al termine della visita a sorpresa nei pronto soccorso degli Ospedali Cardarelli e Pellegrini di Napoli. L'esponente del Governo giallo-verde punta il dito contro la Regione Campania: "Al Pellegrini il presidente De Luca non è mai venuto - prosegue - dovrebbe verificare di persona che ci sono cento persone in sala d'attesa e che i direttori non sanno dare risposte sulle mancanze della struttura". 

Per la Grillo, a Napoli gli ospedali sono affollati e poco efficienti: "Sono stati smantellati gli ospedali del centro troppo presto, senza organizzare le strutture territoriali e senza aprire a pieno ritmo l'Ospedale del Mare. Ciò ha portato all'affollamento del Cardarelli, dove i pazienti sono uno sull'altro". 

Prossimamente ci sarà anche una visita al San Giovanni Bosco, dove non si contano più i casi di formiche nei reparti: "C'è un'indagine della Magistratura cui non voglio sovrappormi - ha spiegato il ministro - La cosa certa è che i pazienti non possono stare con le formiche addosso". La Campania non è fuori dal Commissariamento e il ministro esclude la possibilità che come commissario possa essere scelto di nuovo il presidente della Regione De Luca: "Le due figure non possono coincidere. Vogliono nominare loro i direttori e queste sono le conseguenze". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento