Lattoferrina e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione? Risponde l’odontoiatra

“Si tratta di una glicoproteina contenuta nella saliva, con spiccate proprietà antimicrobiche. E’ stata oggetto di un recente studio italiano che ha dimostrato come questa, stimolando il sistema immunitario, sia capace di bloccare l’accesso del virus nell’ospite”. L’intervista alla dott.ssa Marilena Troise

Dott.ssa Marilena Troise

Ad oggi non esistono ancora vaccini né una terapia specifica capaci di debellare il Covid-19. Tuttavia, molti sono gli studi clinici in corso per trovare una soluzione che freni l’epidemia. Nel frattempo quello che ognuno di noi può fare è agire in via preventiva con strumenti “meccanici” (mascherine) e “comportamentali” (lavaggi frequenti delle mani e distanziamento), ma anche creando una barriera immunologica forte, capace di proteggere le vie respiratorie superiori, la principale porta di accesso del virus nell’organismo ospite. Numerosi studi hanno dimostrato come la saliva ricopra un ruolo protettivo nei confronti nei virus che attaccano l’organismo: questo perchè contiene diverse proteine e peptidi con proprietà antivirali come la Lattoferrina. Si tratta di una glicoproteina capace di proteggere dagli attacchi patogeni, impedendo a virus, batteri e funghi di penetrare nelle cellule delle mucose respiratoria e intestinale. La proteina è stata oggetto di un recente studio condotto da un team di clinici delle Università Tor Vergata e La Sapienza di Roma, pubblicato sulla rivista scientifica “International Journal of Molecular Sciences”: dai risultati è emerso che questa proteina, avendo una capacità di stimolo del sistema immunitario, riesce a bloccare l’accesso del virus SARS-CoV-2 alle cellule ospiti. Del ruolo della Lattoferrina nella prevenzione del Covid e dell’importanza dell’igiene quotidiana del cavo orale ce ne parla la dott.ssa Marilena Troise, specializzata in odontoiatria e odontoiatria estetica.

- Dott.ssa, ci spieghi meglio cosa è la Lattoferrina?

“La Lattoferrina, o Lattotransferrina, è una proteina multifunzione della famiglia delle transferrine, con note proprietà antimicrobiche. Si trova soprattutto nel latte materno (nel colostro), ma è presente anche nelle lacrime, nella saliva, nei granulociti neutrofili (un tipo di globuli bianchi) e nelle cellule immunitarie che difendono l’organismo dalle infezioni di funghi e batteri”.

- Quali funzioni ha questa proteina?

“Ricopre una funzione batteriostatica e battericida, antivirale e di rinforzo del sistema immunitario. Le proprietà di questa ‘proteina dell’immunità naturale’, presente, come dicevo prima, in grandi quantità nel latte materno, sembrano spiegare come mai i neonati allattati al seno rispondano più rapidamente alle infezioni stimolando la produzione di anticorpi”.

- Come agisce contro i microrganismi patogeni?

“L’attività principale della lattoferrina è legata alla sua capacità di legare il ferro e sottrarlo ai batteri, che lo utilizzano per la loro moltiplicazione e adesione alle mucose (funzione batteriostatica). E’, inoltre, capace di ledere gli strati più esterni della membrana cellulare di alcune specie batteriche (funzione battericida). Legandosi alle membrane plasmatiche impedisce il legame tra particelle virali e cellule bersaglio, bloccando la replicazione e l’infezione sul nascere (funzione antivirale). E’, infine, in grado di stimolare naturalmente la crescita dei batteri intestinali buoni (Lactobacillus o Bifidobacterium) e l’attività dei neutrofili, e di modulare l’attività delle citochine infiammatorie. Risulta perciò un elemento fondamentale per rafforzare il sistema immunitario e supportarlo nella lotta contro i virus ed altri microbi”.

- Qual è la relazione tra lattoferrina e prevenzione del Covid-19?

“Nell’attuale contingenza legata al Covid-19, il cavo orale rappresenta il punto critico per l’ingresso di microrganismi tramite: aria, acqua, cibo e mani. Questo ha portato un team di clinici delle Università Tor Vergata e La Sapienza, di Roma, a studiare possibili strumenti di protezione di questa “porta di accesso” al virus, da affiancare a quelli “meccanici” (mascherine) e “comportamentali” (lavaggi frequenti delle mani e distanziamento). La lattoferrina, essendo già stata studiata in passato per i suoi effetti inibitori su Hiv e citomegalovirus, e nel 2011 per il trattamento della Sars, è risultata la migliore candidata. Lo studio su questa glicoproteina ha dimostrato la sua efficacia nel favorire, senza effetti avversi, la remissione dei sintomi clinici nei pazienti Covid-19 positivi sintomatici e la negativizzazione del tampone già dopo 12 giorni dal trattamento. Anche dagli esami ematici, hanno fatto sapere i ricercatori, sono stati osservati risultati notevoli che saranno presto pubblicati”.

- Esistono prodotti per l’igiene orale che la contengono?

“La letteratura scientifica dimostra attraverso innumerevoli lavori che la lattoferrina presente nella saliva, grazie alla sua specifica attività antivirale e antibatterica, è tra i principali elementi utili a garantire l’immunità naturale non anticorpale, con un effetto benefico sul cavo orale in soggetti di tutte le età. Fondamentale per combattere la maggior parte delle infezioni microbiche della bocca, come alitosi, gengiviti, parodontiti, placca, lesioni della mucosa. E’ importante sottolineare il concetto che essa è “naturalmente” presente in un cavo orale sano dove viene rispettata la routine d’igiene dentale quotidiana. Laviamo, quindi, accuratamente i denti almeno tre volte al giorno dopo i pasti e sottoponiamoci ai controlli/richiami dal dentista per far in modo che non ci siano infiammazioni nella nostra bocca. In caso di presenza di placca, gengiviti e parodontiti, in commercio esistono integratori, dentifrici e collutori che la contengono e che possono aiutare le nostre difese naturali a contrastare l’azione dei patogeni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

Torna su
NapoliToday è in caricamento