Domenica, 25 Luglio 2021
Salute

Ernia dello sportivo, quali sono i sintomi e come si cura: risponde l’esperto

"E' una delle 72 cause di pubalgia. Si manifesta, in genere, con dolore urente in sede inguinale che aumenta durante una flessione del tronco, un colpo di tosse o in seguito a posizione ripetute per molto tempo". L'intervista al dott. Valerio Esposito

Dott. Valerio Esposito

L’ernia dello sportivo o sports hernia è una sindrome dolorosa causata da uno strappo o da una rottura di un tessuto molle (muscoli, tendini, legamenti) nella regione addominale o nella zona bassa dell'inguine. Si manifesta con un dolore cronico al pube e alla piega inguinale ed è causata, generalmente, da uno sforzo, non necessariamente legato all’attività sportiva. Si può verificare in seguito a cambi repentini di posizione, di movimenti o intense torsioni, e riguarda soprattutto sogetti, tra i 20 e i 60 anni, di corporatura magra. Ma come si riconosce l’ernia dello sportivo? Come viene trattata? E quali sono i tempi di recupero? Ne abbiamo parlato con il dott. Valerio Esposito, fisioterapista esperto in riabilitazione ortopedica e sportiva.

- Cos’è l’ernia dello sportivo?

"La sport hernia è una delle 72 cause di pubalgia. In presenza di questa sindrome, possiamo osservare un intrappolamento del nervo ilioinguinale o ilioipogastrico dovuto ad un accorciamento dei muscoli pelvici successivamente aover use e a stress meccanici ripetuti che ostruiscono il canale inguinale".

- Con quali sintomi si manifesta?

"Tra le manifestazioni più classiche vi è dolore urente in sede inguinale che si esarceba durante una flessione del tronco, un colpo di tosse o in seguito a posizione ripetute per molto tempo".

- Quali sono le cause?

"Tra le cause principali oltre ad un carico eccessivo dovuto a stress e allenamenti ripetuti, possono concorrere alterazioni posturali, deficit di appoggio plantare o dismorfismi della colonna vertebrale. Ovviamente questa condizione clinica può essere primaria o secondaria a lesioni dei tessuti molli come tendini e legamenti".

- Può colpire solo gli sportivi?

"L’ernia sport tende a colpire maggiormente chi è sottoposto a carichi ripetuti, tuttavia c'è il 20% dei casi che tende a manifestrasi in soggetti diversi, tra cui donne in gravidanza o chi utilizza molto spesso lo scooter, la cui classica posizione delle gambe tende a ipercaricare la zona pelvica".

- In cosa si differenzia dall’ernia inguinale?

"La grande differenza è nella clinica. L’ernia inguinale favorisce un rigonfiamento e una tumefazione della zona,l’ernia da sport non ha segni visibili cutanei.Nel primo caso vi è la fuoriscita dell’intestino tenue nel canale inguinale,nel secondo solo l’occlusione dello stesso".

- Come viene trattata l’ernia dello sportivo?

"L’ernia dello sportivo ha un approccio conservativo fin quando possibile".

- Che ruolo ha il fisioterapista?

"Il fisioterapista deve dapprima agire sulla sintomatologia per la riduzione del dolore, andando pian piano a ricercarE la causa per evitare recidive. Ginnastica posturale, laser antiedemigeno associatI ad onde d’urto ad alta frequenza sono il Gold standard del trattamento fisioterapico".

- Quali sono i tempi di recupero?

"I tempi di recupero dipendono da una multifattorietà. Cronicità della lesione, alterazione di una singola o più strutture ,percentuale della struttura alterata.In generale i tempi di recupero possono variare dai 30 ai 60 giorni nel caso di trattamento conservativo, e 3-6 mesi nel caso di intervento chirurgico per la liberazione del canale inguinale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ernia dello sportivo, quali sono i sintomi e come si cura: risponde l’esperto

NapoliToday è in caricamento