Martedì, 15 Giugno 2021
Salute

Colesterolo alto, quali pesci mangiare e quali evitare: risponde la nutrizionista

"E’ consigliabile il pesce azzurro ricco di omega-3, come merluzzo, salmone, sgombro, alici e sardine. Non sono banditi i crostacei e i molluschi che, però, vanno assunti con moderazione”. I consigli della dott.ssa Daniela Vitiello

Dott.ssa Daniela Vitiello

Scegliere i cibi giusti da assumere quotidianamente è molto importante perché l’alimentazione impatta fortemente sulla nostra salute. Consente non solo di controllare il peso corporeo ma anche di mantenere normali i livelli di trigliceridi (grassi) e del colesterolo che, se in eccesso, può accumularsi nelle arterie e causare danni al cuore. Tra le raccomandazioni per i soggetti che soffrono di colesterolo alto c’è il consumo di pesce 2 o 3 volte a settimana. Grazie al contenuto di acidi grassi omega-3, questo alimento è, infatti, in grado di abbassare i livelli di trigliceridi e del colesterolo totale, oltre ad aumentare l'HDL (colesterolo "buono") prevendo malattie del sistema cardiovascolare. Ma non tutte le specie sono consentite. Scopriamo insieme alla dott.ssa, biologa nutrizionista, Daniela Vitiello, quali sono i tipi di pesce consigliati e quelli da evitare in presenza di colesterolo alto.

- Dott.ssa, perché si consiglia di aumentare il consumo settimanale di pesce in presenza di colesterolo alto?

“Il pesce ha un effetto benefico sul cuore e sui vasi sanguigni grazie al suo contenuto in acidi grassi polinsaturi omega-3. Il consumo di almeno una porzione di pesce alla settimana determina una riduzione del rischio di malattie cardiovascolari. Gli acidi grassi omega-3, il DHA (acido docosaesaenoico) e l’EPA (acido eicosapentanoico) in esso contenuto, agiscono sui valori di colesterolo e trigliceridi nel sangue. Infatti, sono in grado di abbassare il livello di trigliceridi e di aumentare l’ HDL, il cosiddetto colesterolo “buono”.

- Quali sono i tipi di pesce consigliati?

“E’ consigliabile il pesce azzurro pescato nel nostro mare, ricco di omega-3, come merluzzo, salmone, sgombro, alici, sardine”.

-  Quali sono, invece, i tipi di pesce sconsigliati?

“I crostacei e i molluschi sono stati per molto tempo “banditi” dalle diete di chi soffriva di ipercolesterolemia, essendo alimenti ad alto e medio contenuto di colesterolo. In realtà, la ricerca ha dimostrato che l’innalzamento del colesterolo nel sangue è influenzato da quei cibi ricchi sia di colesterolo che di grassi saturi (come carne rossa e formaggi); i crostacei e i molluschi, al contrario, contengono colesterolo, ma pochi grassi saturi. Questo vuol dire che, nel contesto di una dieta bilanciata, un’assunzione moderata e una tantum il consumo di crostacei e molluschi non compromette i valori di colesterolo totale nel sangue”.

- Quante volte a settimana dovrebbe mangiare pesce chi soffre di colesterolo alto?

“Si consiglia almeno 2 volte a settimana alternando il consumo di pesci magri con quelli grassi”.

- Quali sono gli altri alimenti che bisogna integrare nell’alimentazione per ridurre il colesterolo alto?

“Va limitato il consumo di carboidrati complessi a favore di altri cereali ricchi di beta glucani e fibre. Sì a legumi, carni bianche, uova, vegetali, yogurt e bevande fermentate come il kefir. Inoltre, bisogna limitare il consumo di insaccati, formaggi, prodotti preconfezionati, bibite zuccherine e dolci vari”.

- Ci può consigliare un piatto di pesce, facile da cucinare, “low cholesterol”?

“Consiglio spesso il filetto di merluzzo in crosta di noci e mollica. Procedimento: porre in una teglia il filetto di merluzzo precedentemente pulito, cospargere di olio; preparare la panatura con mollica di pane tostato o pan grattato, sale, pepe, un po’ di prezzemolo e pezzetti di noce; porre la panatura sul merluzzo; mettere in forno preriscaldato a 180° C per una ventina di minuti. Buon appetito!!!"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colesterolo alto, quali pesci mangiare e quali evitare: risponde la nutrizionista

NapoliToday è in caricamento