Nasce il chatbot empatico che dialoga con i sanitari e effettua il triage ai pazienti affetti da Coronavirus

La startup PatchAi, che abbina l’Intelligenza Artificiale a sistemi medicali, ha scelto Mazer che realizza il bot Layla

Nasce un sistema innovativo a supporto di un chatbot che consente di generare una serie di domande da porre al paziente con sintomi da Coronavirus e raccoglie informazioni e dati affinché gli operatori sanitari e le Istituzioni possano avere un monitoraggio dei pazienti h24. “Il progetto è stato eseguito con l’utilizzo di piattaforme mai utilizzate all’interno del nostro team - afferma Carmine Pappagallo, Ceo di Mazer - questo per sperimentare un progetto innovativo per il nostro cliente, la startup padovana PatchAi , per supportare il paziente  adattando personalità, tono e conversazione in base ai loro bisogni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di una mobile app che incorpora un assistente virtuale che, grazie ad un innovativo algoritmo sviluppato sulle linee guida del Ministero della Salute,  chatta con utenti e pazienti in modo empatico raccogliendo dati in real time e fornendo informazioni sulle azioni da seguire, come raccomandazioni igienico-sanitarie e numeri utili da contattare. La piattaforma è già stata testata da un campione di studenti volontari del Politecnico di Torino, ed è tra i progetti al vaglio del Ministero della Salute per provvedere a un servizio di prevenzione, auto-triage, monitoraggio e informazione della popolazione da remoto per la gestione dell’emergenza Covid-19. “In un certo senso - spiega Gianfranco Fedele, CTO di Mazer - è come se il chatbot “supportasse”  il personale sanitario nel somministrare le domande da rivolgere al paziente ed “inviasse” le risposte al fine di comprendere a cosa stia portando la sperimentazione in atto”.

Tutte le notizie sul Coronavirus 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

Torna su
NapoliToday è in caricamento