Capelli e unghie sane, quali cibi mangiare: i consigli della nutrizionista

“Uova, semi di zucca, noci del Brasile, sardine, salmone, mela annurca. Sono alcuni dei cibi fondamentali da inserire nella dieta per avere unghie sane e capelli forti". L’intervista alla dott.ssa Giuseppina Bentivoglio

Dott.ssa Giuseppina Bentivoglio
  • Le vitamine del gruppo B sono importanti per la salute e la crescita dei capelli. In particolare, la vitamina B7 (biotina) fa sì che il capello rimanga forte e resistente e che mantenga la sua lucentezza. Inoltre, contribuendo all’integrità cutanea del tessuto in crescita, previene le irritazioni alla radice dei capelli che potrebbero portare alla caduta, tipico sintomo della carenza di biotina. Valide fonti di biotina sono tuorlo dell’uovo, carni (vitello, maiale, agnello e pollo), pesci come sardine e salmone, frutta secca, legumi e cereali integrali, funghi, formaggi e latte vaccino. 
  • L’acqua ricopre sempre un ruolo fondamentale in tutti i processi vitali, quindi anche in questo caso una buona idratazione aiuta soprattutto il cuoio capelluto nella prevenzione da pruriti, bruciori ed arrossamenti; particolarmente indicata è un’acqua ricca di minerali. 
  • I famosi acidi grassi omega 3 contenuti in pesci grassi, alghe, frutta secca e semi di lino, attraverso la modulazione dei livelli ormonali, sono responsabili della quantità e qualità della secrezione sebacea sia nell'uomo che nella donna.
  • Il sebo ha la funzione di favorire l'idratazione cutanea, di lubrificare ed impermeabilizzare il fusto del capello rendendolo più robusto, più resistente e gradevole dal punto di vista estetico, di costituire una pellicola o uno strato idro-lipidico che ripara la cute dagli agenti esterni quali il sole, il freddo e i batteri.
  • Anche l'attività fisica costante giova alla salute dei capelli, poiché attraverso il sudore si eliminano le tossine che ostacolano l'attività proliferativa del bulbo.

Fermo restando che genetica, abitudini alimentari e stile di vita sono tasselli fondamentali per il benessere di unghie e capelli, come dell’intero organismo, un altro contributo importante può arrivare dalle mele annurche campane IGP. Uno studio condotto dal Dipartimento di Farmacia dell’Università Federico II di Napoli ha portato alla formulazione di un valido nutraceutico a base di mela annurca. La ricerca ha evidenziato che le procianidine, una particolare classe di polifenoli contenuti in grandi quantità nelle mele annurche campane IGP, opportunamente isolate e concentrate in capsule somministrabili come nutraceutici, agiscono in maniera positiva sui capelli bloccando la fase caduta (catagen) e allungando la fase di crescita (anagen), con significativi risultati nel rinfoltimento (visibile già due mesi dopo dall’inizio dell’assunzione). Dopo alcuni mesi di utilizzo sperimentale, l’integratore è ora disponibile in tutte le farmacie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

Torna su
NapoliToday è in caricamento