Lunedì, 17 Maggio 2021
Salute

Cancellare le rughe con il botulino: il chirurgo plastico spiega benefici e rischi

“Un trattamento sicuro che restituisce al volto un aspetto più giovane e naturale. Ma, trattandosi di un farmaco, deve essere utilizzato solo da medici esperti". Le indicazioni del Prof. F. D’Andrea, Direttore del Dipartimento di Chirurgia plastica del Policlinico Federico II

Il botulino è una tossina ricavata dal Clostridium Botulinum. Da anni è largamente usato nella medicina estetica per ridurre o attenuare le rughe d'espressione, cioè tutti quei segni causati dalla contrazione dei muscoli facciali. Sebbene sia conosciuto da oltre due secoli, il suo uso in Italia è stato autorizzato solo nel 2004 per il trattamento della regione glabellare (la ruga fra le sopracciglia), nel 2014 l'Aifa ha poi autorizzato l'estensione delle indicazioni terapeutiche anche al trattamento del distretto fronto-perioculare (le rughe che si trovano ai lati degli occhi). Con l'utilizzo di questa tossina il chirurgo plastico è in grado di distendere in via temporanea le rughe d'espressione, restituendo al viso un aspetto più giovane e più rilassato, senza ricorrere all'intervento chirurgico. La tossina botulinica viene, infatti, iniettata con un ago sottilissimo e senza il bisogno di alcuna anestesia. Ma quali sono gli usi e i benefici della tossina botulinica? Ce lo spiega il Prof. Francesco D'Andrea, Presidente della Società Italiana di Chirurgia Palstica, Ricostruttiva ed Estetica, e Direttore del Dipartimento di Chirurgia plastica del Policlinico Federico II, nella seconda puntata del ciclo di appuntamenti video "La bellezza al centro del corpo" condotti della giornalista Cristiana Barone.

"Il botulino, o meglio la tossina botulinica, - spiega il Prof. D'Andrea - è un farmaco che viene utilizzato per bloccare l'azione dei muscoli mimici facciali. Questo tipo di indicazione e di meccanismo di azione serve per agire sull'invecchiamento del volto, soprattutto della parte superiore, quindi la fronte e la regione degli occhi. Bloccando le rughe di espressione che sono determinate dai muscoli mimici, riusciamo a rilassare la parte alta del volto e soprattutto lo sguardo, rendendolo più giovane, più aperto e più comunicativo. E' un trattamento che si fa in ambulatorio, un trattamento di tipo medico, quindi sicuro. Il botulino veniva già utilizzato in passato non nel campo estetico ma in altre specialità quali l'oculistica e la neurologia, per la cura di vere e proprie patologie. Da allora - sono passati 40 anni dal suo avvento nel campo medico - l'utilizzo si è esteso anche al campo della medicina estetica con ottimi risultati. Si accompagna benissimo ai trattamenti di chirurgia estetica a completamento, ad esempio di una blefaroplastica. E' un intervento che, se fatto da mani esperte, riesce a dare dei risultati brillanti, senza il rischio di avere uno sguardo artefatto, la paura di tutti. Noi miriamo al natural look, cioè a uno sguardo naturale perché la bellezza non deve essere artefatta. Seguendo sempre lo stesso principio, oggi combiniamo il botulino con l'uso di filler per ottenere un ringiovanimento facciale completo. E' importante ricordare - conclude D'Andrea - che questo tipo di trattamenti devono essere fatti da personale specializzato, non bisogna alimentare l'abusivismo che si sta diffondendo sempre di più nel campo medico-estetico. I danni, se ci sono, sono quasi sempre legati all'improvvisazione e alla mancanza di una formazione specifica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cancellare le rughe con il botulino: il chirurgo plastico spiega benefici e rischi

NapoliToday è in caricamento