Lotta all'AIDS in Campania: interventi nelle scuole, nuove profilassi e lotta alla sierofobia

Convocato il primo comitato di coordinamento regionale per le attività dei servizi e delle strutture del SSR interessate alla lotta contro l’Aids in Campania

Margherita Errico, Antonello Sannino ed Emanuela Monzillo, rispettivamente per Nps Italia onlus, Arcigay e Caritas italiana, rendono noto che in data 28 marzo è stato convocato il primo comitato di coordinamento regionale per le attività dei servizi e delle strutture del SSR interessate alla lotta contro l’Aids in Campania.

La richiesta stringente è arrivata dal Ministero della Salute in osservanza all’intesa sancita il 26 ottobre 2017 tra Governo, Regioni e province autonome sul documento PNAIDS, per la costituzione delle commissioni regionali aids lì dove non vi fossero o la loro integrazione lì dove fosse necessario con le associazioni nazionali di lotta all’aids già presenti nel gruppo M ( ex Consulta delle associazioni di lotta all’Aids).

Gli obiettivi comuni a tutti i comitati nell’ambito dell’applicazione del PNAIDS sono:

  • delineare e realizzare progetti finalizzati alla definizione di modelli di intervento per ridurre il numero delle nuove infezioni;
  • facilitare l’accesso al test e l’emersione del sommerso;
  • garantire a tutti l’accesso alle cure;
  • favorire il mantenimento in cura dei pazienti diagnosticati e in trattamento;
  • migliorare lo stato di salute e il benessere delle persone che vivono con Hiv;
  • tutelare i diritti sociali e lavorativi delle persone con Hiv;
  • promuovere la lotta allo stigma;
  • promuovere l’empowerment e coinvolgimento attivo delle popolazioni chiave.

La prima riunione ha visto la presenza di molte rappresentanze delle AA.SS.LL., delle AA.OO. e Università, formalmente individuati della rispettive Direzioni Generali  di tutte le province di Napoli e il presidente del comitato prof. Borgia ha illustrato le aree di intervento sulle quali si comincerà a lavorare suddivisi in 4 sottogruppi, sempre in base alle direttive del PNAIDS, ovvero:

  • prevenzione e informazione
  • raccolta dati sulla sorveglianza
  • uniformazione della diagnostica per i pazienti seguiti nelle diverse aziende
  • lotta allo stigma

Per anni NPS Campania e Arcigay Napoli hanno chiesto la costituzione di questo organismo di consultazione con le associazioni del territorio e finalmente è arrivata questa nomina per decreto dirigenziale. "Siamo lieti delle parole della Direttrice PRP Reg. Campania d.ssa Antonella Guida e della referente regionale Promozione della Salute d.ssa Elvira Lorenzo che ci hanno assicurato la più totale apertura sui temi a noi più cari come associazioni di attivisti che comprendano anche temi innovativi come la PrEP (Profilassi Pre Esposione) e la lotta allo stigma verso le persone con Hiv che passa attraverso il recente documento di Unaids che afferma la non infettività delle persone con hiv in terapia meglio noto come U=U undetactable= untrasmissible".

Nel gruppo presente anche l’Ufficio scolastico regionale, nella persona della Prof.ssa Gennarina Panico, per un importante protocollo d’intesa che consentirà di poter strutturare interventi mirati nelle scuole della regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Allerta meteo per forte vento, scuole chiuse a Napoli il 12 novembre

  • Maltempo, via Imbriani chiusa: crolla un cornicione

Torna su
NapoliToday è in caricamento