L’on. Vincenzo D’Anna al convegno di Federfarma difende le categorie professionali ed imprenditoriali della sanità privata

Comunicato stampa del convegno tenutosi a Napoli all'hotel Ramada il 22 febbraio u.s. dal titolo "Sostenibilità ed efficienza in sanità. Farmacia: quale ruolo?", promosso dall'Ordine dei Farmacisti di Napoli insieme a Federfarma.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

NAPOLI. Serata da grandi numeri quella andata in scena giovedì scorso, negli spazi dell'hotel Ramada di Napoli, gremito fino all'inverosimile - più di un migliaio i presenti - per il convegno "Sostenibilità ed efficienza in sanità. Farmacia: quale ruolo?", promosso dall'Ordine dei Farmacisti di Napoli insieme a Federfarma.

In platea, seduti e all'impiedi, un folto numero di farmacisti dell'hinterland partenopeo, ma anche esponenti del mondo accademico, dei laboratori di analisi e svariate personalità politiche e simpatizzanti del Pdl.

Sul palco, insieme all'assessore provinciale all'Ambiente Giuseppe Caliendo, il presidente nazionale di Federlab Italia, on. Vincenzo D'Anna, parlamentare uscente, candidato al Senato in Campania per il Pdl; l'on. Paolo Russo, presidente della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, candidato per un seggio a Montecitorio in Campania 1 nelle liste del Pdl; la presidente nazionale di Federfarma, Anna Rosa Racca; il presidente dell'Ordine dei Farmacisti di Napoli, Vincenzo Santagada, e il leader di Federfarma Napoli Michele Di Iorio, candidato alla Camera dei Deputati nel collegio Campania 1 per il Pdl.

L'on. Vincenzo D'Anna, nel suo applauditissimo intervento, dopo aver invitato a non "confondere la pubblicità del servizio sanitario con il monopolio statale della gestione del servizio stesso" ha difeso le "categorie professionali ed imprenditoriali della sanità privata" puntando il dito contro "gli sprechi, la disorganizzazione e le disfunzioni del comparto sanitario a gestione statale".

Torna su
NapoliToday è in caricamento