menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Miliscola più grande strada killer d'Italia

A sostenerlo è il consigliere provinciale Carlo Morra. La morte di un ragazzo di 16 anni finito contro un muro mentre percorreva con il suo scooter via Miliscola arriva solo pochi giorni i funerali di 3 giovani che hanno perso la vita in modo analogo

"Via Miliscola è la più grande strada killer d'Italia ed inghiotte, per l'insipienza delle istituzioni, con cadenza macabra vite umane": lo afferma il consigliere provinciale Carlo Morra, capogruppo di Sinistra e Libertà.

"Domenica scorsa c'erano stati i funerali delle tre giovani vittime per l'incidente stradale nel rettilineo che costeggia la spiaggia; una tragedia che aveva già provocato forti proteste e sdegni nelle comunità locali e tra i tanti villeggianti che a migliaia affollano le note località flegree. Ieri sera un ulteriore tragico incidente nello stesso luogo ha troncato la vita a un giovane in motorino, scivolato per la costante presenza di sabbia sulla sede stradale. Non possiamo più assistere passivamente alla irresponsabilità di chi da anni ha fatto diventare quel tratto di strada una zona a rischio esponenziale di incidenti mortali. Non c'é pubblica illuminazione, così come per il tratto di strada che va da Bacoli a Capo Miseno; non c'é spazzamento della sabbia che si accumula sulla sede stradale rendendola scivolosa per i mezzi a due ruote; mancano anche semplici dossi da realizzare con gomma o in cemento per mitigare le velocità ed è assente qualsiasi efficace presidio di Polizia Municipale di Bacoli o di altre forze di Polizia".

"Ci sono responsabilità precise delle Amministrazioni Comunali di Bacoli che si sono succedute in questi anni. Bisogna interrompere immediatamente questo massacro di giovani che può essere evitato realizzando interventi immediati e non rinviabili. Sinistra e Libertà chiede un incontro urgente al Commissario del Comune di Bacoli Cimmino per chiedergli misure urgenti per sottrarre all'abbandono ed alla sciatteria una strada così strategica ed ad alta percorrenza".

Per Morra "dopo i disastri ambientali che hanno messo in ginocchio il turismo e l'economia flegrea in questi mesi a Bacoli e Capo Miseno, si pone ora una drammatica questione di sicurezza per la vita di residenti e villeggianti esposti con cadenza settimanale a gravi incidenti fino alla morte solamente per l'insipienza nei doveri di governo".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

  • Cronaca

    Tragedia in metropolitana: uomo travolto da un treno

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento