Politica

Priorità vaccinazioni anche in base al Pil per Letizia Moratti, le reazioni da Napoli: "Più dosi ai ricchi lombardi"

"La vicepresidente Moratti sulla distribuzione dei vaccini ha chiesto una serie di integrazioni che mi sembrano estremamente coerenti e logiche e ascolteremo cosa ne pensa Arcuri", ha spiegato il presidente della Regione Attilio Fontana

Stanno facendo discutere le parole del vice presidente e neo assessore al Welfare della Regione Lombardia Letizia Moratti che ha chiesto di considerare quattro parametri per la distribuzione dei vaccini anti Covid. Ossia il contributo che le Regioni danno al Pil, mobilità, densità abitativa e zone più colpite dal virus. Tale richiesta è contenuta in una lettera inviata al commissario Arcuri.

"La vicepresidente Moratti sulla distribuzione dei vaccini ha chiesto una serie di integrazioni che mi sembrano estremamente coerenti e logiche e ascolteremo cosa ne pensa Arcuri", ha spiegato il presidente della Regione Attilio Fontana in conferenza stampa.

Reazioni a Napoli

"La Lombardia, giustamente, ha già ricevuto più vaccini perché è la regione più popolosa, ma Letizia Moratti, appena piazzata alla vicepresidenza della Regione per "controllare" Fontana, con delega al welfare per silurare Gallera, chiede la sospensione della zona rossa e propone al ministero della salute di considerare il Pil delle regioni per stabilire chi debba avere più dosi vaccinali. Più vaccini ai più ricchi lombardi, insomma. Bisognerebbe risponderle "meno vaccini alle regioni che peggio hanno gestito la Sanità e l'emergenza Covid", se le responsabilità degli amministratori non fossero tragicamente ricadute sull'incolpevole popolazione. È tornata Letizia. Come presentazione, niente male", scrive in un post pubblicato su Facebook Angelo Forgione, scrittore, Ricercatore e divulgatore storico, molto critico con Moratti, ma non è ovviamente l'unico.

"Quando si parla di salute non è giusto dividersi. Una vita non può valere più di un’altra. Ho grande stima di Letizia Moratti, che ricordo come buon ministro dell'Istruzione e ottimo sindaco di Milano, e, proprio per questo, resto stupito della sua idea di dividere i vaccini tra le regioni in base a parametri come il PIL. Non è neppure il caso di addentrarsi nel merito: è una questione morale." Lo scrive su Facebook Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Priorità vaccinazioni anche in base al Pil per Letizia Moratti, le reazioni da Napoli: "Più dosi ai ricchi lombardi"

NapoliToday è in caricamento