rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Politica

Unione Popolare ce l'ha fatta, raggiunte le 60mila firme. De Magistris: "Ora riprendiamoci la democrazia"

L'ex sindaco di Napoli commenta l'obiettivo raggiunto dalla coalizione di sinistra: il 25 settembre ci sarà

"Abbiamo raccolto le firme in tutta Italia, in tutti i collegi, oltre 5mila firme in dieci giorni. Un risultato senza precedenti nella storia elettorale italiana. Unione Popolare, nata da un mese, esiste e batte il colpo della rivoluzione che avanza”: sono le parole di Luigi de Magistris, portavoce di Unione Popolare. Già nei giorni scorsi il simbolo era stato ammesso, adesso anche la raccolta firme - necessaria per presentarsi alle elezioni - è stata ultimata.

"Un grazie di cuore, da portavoce di questa bellissima coalizione, alle militanti e ai militanti che non hanno mollato un secondo e un grazie di cuore alle cittadine e ai cittadini che con la penna hanno scritto una pagina di dignità democratica. Lo Stato, con i suoi rappresentanti, il Paese lo deve sapere, non hanno consentito nemmeno la firma digitale impedendo a chi era in vacanza di firmare perché doveva farsi solo nel comune di residenza“, va avanti de Magistris.

“Ci avete ostacolato ed il popolo ha rimosso il vostro ostacolo. Ora pronti a correre la più bella maratona democratica elettorale, nei nostri cento passi in trenta giorni dobbiamo riprenderci la democrazia. Tenteranno di oscurarci e cancellarci in questo mese ma noi ci ribelleremo e non consentiremo la violenza del potere contro il fresco profumo di libertà che avanza. Uniamoci, camminate e correte con noi, per liberare l’Italia”, è la conclusione dell’ex sindaco di Napoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Popolare ce l'ha fatta, raggiunte le 60mila firme. De Magistris: "Ora riprendiamoci la democrazia"

NapoliToday è in caricamento