Tommasielli in lacrime: "Grazie a chi mi è stato vicino"

L'assessore, alla conferenza di presentazione della gara di nuoto Capri-Napoli, era alla sua prima uscita dopo il suo coinvolgimento nella vicenda giudiziaria delle multe cancellate

Ha pianto Pina Tommasielli. Rabbia, liberazione, nelle sue lacrime c'era tutta la vicenda giudiziaria, risalente al mese scorso, che ha messo a rischio il prosieguo della sua esperienza nella Giunta De Magistris. L'assessore allo Sport era alla conferenza stampa di presentazione della 48esima edizione della Capri-Napoli, la gara di nuoto di fondo in programma domenica primo settembre e valida come prova conclusiva della Coppa del mondo di nuoto in acque libere.

Era la sua prima uscita ufficiale dopo il “perdono” del primo cittadino e riabilitazione nel suo incarico. Prima la voce rotta dall'emozione, poi le lacrime tra gli applausi di una parte della sala. “Devo ringraziare quanti mi hanno espresso vicinanza e solidarietà - ha detto ai giornalisti - Ho temuto che il percorso avviato negli ultimi due anni potesse non proseguire, e in questi frangenti tanti mi hanno sostenuta. Sarò sempre vicino allo sport napoletano e con me i componenti del mio staff, che sento di ringraziare per quanto hanno fatto e per quanto faranno”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Procura di Napoli il mese scorso l'ha indagata, con le accuse di falso e truffa, per presunte multe fatte cancellare. Multe ricevute dalla sorella Maria Teresa e dal cognato, il magistrato e sindaco di Villaricca Franco Gaudieri, per essere transitati con le loro auto nelle ztl per le quali servono permessi speciali. Permessi - secondo le indagini - che sarebbero anche "spuntati" successivamente. L'assessore, e con lei due collaboratori dello staff, sono stati anche interrogati dai magistrati. A seguito delle polemiche Pina Tommasielli aveva rassegnato le dimissioni, poi respinte dopo un periodo di riflessione dal sindaco. Un “perdono” che però Idv, il suo partito, le ha fin qui negato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

Torna su
NapoliToday è in caricamento