rotate-mobile
Politica

“Donate mille euro ai terremotati”: in Regione non aderisce neanche la metà dei consiglieri

L'iniziativa, per le persone colpite dal sisma dello scorso 24 agosto che distrusse Amatrice, era stata concordata dai capigruppo a settembre. Mille euro a testa, ma hanno aderito 24 su 51

Su 51 consiglieri regionali della Campania, soltanto 24 hanno aderito all'iniziativa di donare mille euro del loro stipendio per i terremotati colpiti dal sisma dello scorso 24 agosto.

A raccontare del flop dell'idea di aiutare le popolazioni in difficoltà è Repubblica Napoli. La decisione di contribuire fu concordata il 13 settembre nel corso della conferenza dei capigruppo. Un gesto che seguiva l'iniziativa dell'assemblea dei presidenti dei consigli regionali italiani, i quali una settimana prima avevano lanciato un obiettivo ambizioso: raccogliere in tutto il Paese, in questo modo, 1 milione di euro.

Difficile riuscirci, se anche altrove dovesse andare come in Campania. "Registriamo – ha commentato Tommaso Casillo, vicepresidente del consiglio – che c'è chi ha donato e chi no. Non giudico la coscienza degli altri, magari chi non ha dato quei soldi ha usato altri canali di solidarietà per farlo. Ma era un modo ufficiale per devolvere tutti insieme”. Per privacy, fanno sapere dal consiglio, “non possiamo fornire i nomi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Donate mille euro ai terremotati”: in Regione non aderisce neanche la metà dei consiglieri

NapoliToday è in caricamento