rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Politica

Lettieri: "Unica disobbedienza che concepisco è quella dei cittadini che si ribellano a tasse"

L'ex candidato sindaco e consigliere comunale di Napoli ha parlato di Tasi e di tasse

"L'unica disobbedienza civile che concepisco è quella dei cittadini che si ribellano al pagamento delle tasse se non ricevono servizi adeguati". Ad affermarlo in una nota è il consigliere comunale di Napoli ed ex candidato sindaco Gianni Lettieri, presidente di Fare Città.

"Oggi - prosegue Lettieri - è il lunedì nero delle tasse. A Napoli de Magistris, dopo aver aumentato le aliquote comunali al massimo, poteva quantomeno differire il pagamento della Tasi, ma invece ha negato questa boccata d'ossigeno ai napoletani. Come può un sindaco che ha distrutto la città mettere ancora le mani nelle tasche di famiglie e lavoratori che hanno difficoltà ad arrivare alla seconda settimana del mese? Come si può giustificare il pagamento di tasse così alte a fronte di disservizi, dal traffico alle buche stradali, dai rifiuti al terzo settore in ginocchio, quotidiani e costanti?".

"Io - conclude Lettieri - sto dalla parte dei cittadini e non di chi li utilizza per ottenere un voto e poi li scarica una volta ottenuto il potere, dimenticando le proprie promesse".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettieri: "Unica disobbedienza che concepisco è quella dei cittadini che si ribellano a tasse"

NapoliToday è in caricamento