menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Leonardo Terrin, responsabile Fp-Cgil Pozzuoli

Leonardo Terrin, responsabile Fp-Cgil Pozzuoli

Pozzuoli, FP-Cgil: "Troppi tagli ai dipendenti comunali, ente in default"

Per la categoria dei pubblici dipendenti della Cgil la situazione al comune di Pozzuoli è grave. Ticket mensa e turnazione soppressi per molti uffici comunali. La Cgil: "Chiediamo tavolo separato, riunioni troppo caotiche"

Cgil sul piede di guerra nei confronti dell'amministrazione guidata da Agostino Magliulo. La categoria della Funzione Pubblica, che tutela i diritti dei lavoratori degli enti pubblici, ha criticato in maniera netta i tagli apportati in bilancio, che pesano sui dipendenti comunali di Pozzuoli. Ticket mensa e turnazioni, infatti, non saranno più disponibili per più del 36 percento dei servizi comunali. Per moltissimi dipendenti comunali, infatti, non sarà più possibile ricevere il ticket mensa che, in termini di danaro, corrisponde a circa mille euro l'anno, da poter spendere in alimenti.

Domani, la delegazione sindacale dalla Fp_Cgil, incontrerà l'amministrazione Magliulo e, nel corso del tavolo di confronto, chiederà maggiori misure cautelative per i dipendenti comunali. «A Pozzuoli – spiega Salvatore Tinto, coordinatore provinciale per la Cgil delle Autonomie Locali – si è determinato che i profitti sono stati privatizzati e socializzate le perdite. C'è un'esternalizzazione spropositata rispetto al numero di dipendenti che vanta questo comune».

I dipendenti comunali, infatti, sono circa 1200 unità, in esubero di circa 400 unità, con competenze ben specifiche. «Siamo di fronte ad un default comunale – continua Tinto – negli anni a Pozzuoli c'è stata una qualificazione del personale al quale, però, sono state assegnate le stesse mansioni. Sembra che quest'amministrazione – conclude Tinto – sia soltanto insediata per il progetto Waterfront».

Un appello anche all'unità, quello della Cgil che, a seguito di riunioni congiunte “con clima caotico, alle quali partecipano spesso persone esterne alla delegazione e nelle quali non si comprende chi è che rappresenta e a che titolo”, ha chiesto al comune di Pozzuoli di costituire tavoli separati per le relazioni sindacali. «Ci sono aspetti importanti per le prossime riunioni col comune – afferma Leonardo Terrin – responsabile Fp_Cgil del comune di Pozzuoli – durante le quali, per le decisioni assunte dall'amministrazione, ci aspettiamo anche grandi momenti di tensione. Nelle proposte del comune non si prevende un incentivo per la produttività, sono eliminati ticket e turnazione, il corpo di Polizia Municipale lavorerà solo fino alle 22.00, troncando così il controllo serrato delle nostre strade. I lavoratori – conclude Terrin – non possono pagare per colpe non loro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Monte di Pietà in vendita, i cittadini: "No a ristoranti e matrimoni trash"

  • Cronaca

    “Chi ha ucciso Maurizio ha dato una coltellata all'intera città”

  • Cronaca

    “Cinque ore di attesa per essere vaccinati”: la denuncia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento