menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Statale 18 Sapri-Maratea, presentata Interrogazione al Ministro delle Infrastrutture

Una situazione grave che perdura dallo scorso 24 novembre quando è stato interdetto il traffico, nel territorio del Comune di Sapri, a causa del distacco di un masso dal costone roccioso sovrastante la citata strada

Una interrogazione sui disagi causati dall' interruzione sulla statale 18 Sapri-Maratea - finalizzata a conoscere le iniziative che il Governo intende adottare per la messa in sicurezza dell'arteria che collega Campania, Basilicata e Calabria - è stata presentata ieri al ministro delle Infrastrutture dal deputato del Pd Guglielmo Vaccaro su sollecitazione del consigliere regionale della Campania Donato Pica.

Una situazione grave che perdura dallo scorso 24 novembre - sottolinea una nota - quando è stato interdetto il traffico sul tratto della strada statale 18 che collega la Campania alla Basilicata e alla Calabria, nel territorio del Comune di Sapri, a causa del distacco di un masso dal costone roccioso sovrastante la citata strada.

"Gravi sono stati i pregiudizi derivati dalla drastica interruzione del trasporto su gomma, - viene sottolineato nella nota - che purtroppo assorbe la gran parte delle relazioni e delle comunicazioni dell'area; il disagio è stato mitigato dalla possibilità di fruire del collegamento ferroviario che tuttavia con un numero dei treni interregionali e gli orari di partenza ed arrivo non del tutto congrui per far fronte alle esigenze delle scuole e degli uffici e a quelle relative all'approvvigionamento dei beni primari, non può ritenersi sufficiente".

"Notevoli le ripercussioni, sotto il profilo economico-finanziario e turistico-ricettivo, si sono già registrate nel decorso periodo natalizio, posto che l'area interessata dal blocco stradale vive in massima parte dei proventi dell'attività alberghiera delle strutture ricettive presenti nel Golfo di Policastro - ha dichiarato Vaccaro - nonostante tale grave emergenza, non risulta che le Amministrazioni direttamente interessate, Comune di Sapri e Regione Campania, si siano sin qui adoperate, né autonomamente né nel necessario concerto di istruttoria e di deliberazione, ai fini della messa in sicurezza del costone da cui il masso si é distaccato, al fine di assicurare le condizioni per la riapertura della strada al traffico", conclude Vaccaro.

"I cittadini dell'area meritano risposte urgenti e concrete - ha detto Pica - l'associazione "Non staremo più a guardare", unitamente alle associazioni dei commercianti, dei consumatori utenti del Golfo di Policastro, dei sindacati dei lavoratori e degli studenti delle scuole secondarie superiori, ha giustamente protestato pubblicamente il disagio lo scorso sabato 19 febbraio con una mobilitazione generale tenutasi a Sapri attraverso l'astensione dal lavoro e dalle occupazioni".

"È ora che il Governo provveda con immediatezza allo stanziamento delle risorse necessarie a superare questa costante emergenza che si ripete oramai troppo spesso", ha concluso Pica. Nell' interrogazione si chiede di sapere quali urgenti iniziative intende adottare il Governo per propiziare la bonifica del sito e la messa in sicurezza di tutto il costone roccioso che sovrasta la Strada Statale 18, nel tratto tra Sapri e Maratea, ed evitare che si ripetano distacchi di massi pregiudizievoli per l'incolumità degli utenti e la sicurezza del traffico veicolare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento